Giornata mondiale delle cure palliative

In occasione della “Giornata mondiale delle cure palliative”, che si celebra giovedì 11 ottobre prossimo, l’Asl Salerno, presso i propri Hospice, promuove le seguenti iniziative:

Hospice “La casa di Lara” – Salerno
Presso l’Hospice “La casa di Lara”, sita in via Salvatore Calenda, 6, saranno effettuate visite gratuite preliminari, con colloqui informativi, a tutti i pazienti sofferenti di dolore acuto e cronico, con orario dalle ore 9-13 e 15-19.
Pazienti e accompagnatori interessati, inoltre, potranno visitare la struttura, e ricevere informazioni utili sulla Terapia del dolore, le cure palliative, la gestione e cultura dell’Hospice da
parte del personale della Associazione “Noi per te”..Coloro che si presenteranno la mattina dell’11 ottobre, saranno accolti e organizzati dal personale interno, in base alle esigenze cliniche desunte dai colloqui, per essere filtrati e prenotati per
eventuali trattamenti a seguire, secondo i protocolli già in vigore nelle strutture coinvolte.

Hospice “Il Giardino dei Girasoli” – Eboli.Presso l’Hospice di Eboli, sito in località Acquarita, nella giornata dell’11 ottobre 2018, sarà
possibile effettuare visite alla struttura, nel corso delle quali saranno illustrati i percorsi per .l’accesso alle cure palliative domiciliari e residenziali, e saranno effettuate visite gratuite per la nutrizione artificiale, visite gratuite per il contenimento del dolore cronico neoplastico.

Hospice “S. Arsenio – Polla – Sala Consilina”.Presso l’Hospice di Sant’Arsenio, sito in via San Rocco, il giorno 11 ottobre 2018, dalle ore 9 alle
ore 14, saranno effettuate visite preliminari e colloqui di sostegno psicologico al care-giver in
collaborazione con l’Associazione VAMOS.
Inoltre, i cittadini interessati, potranno visitare la struttura accompagnati dal personale, che
fornirà chiarimenti ed informazioni, volte a garantire una migliore conoscenza dell’Hospice e delle
cure palliative..L’iniziativa dell’Asl ha lo scopo di informare ed orientare i cittadini interessati alle cure palliative, e di sensibilizzare il territorio alla cultura delle cure palliative, nel rispetto della dignità della persona malata e della sua famiglia e nella piena considerazione del suo ruolo di essere umano.