Pagani. Bus pieni e disagi per gli studenti. L’appello di Ciro Cosentino

Autobus strapieni, studenti che non riescono ad arrivare all’Università, genitori costretti, in alcuni casi, ad accompagnare i figli a Fisciano per evitare che perdano le lezioni.

Accade nell’Agro, lungo la tratta che da Scafati conduce a Fisciano, passando da Angri, Sant’Egidio e Pagani.

Negli ultimi giorni, si susseguono le segnalazioni di disagi da parte di studenti e famiglie.

Ha fatto sentire la sua voce anche Ciro Cosentino, già assessore e vicesindaco di Pagani, papà di uno studente.

“Perché sono state elargite tessere di trasporto a titolo gratuito per garantire il diritto allo studio e poi non si provvede ad istituire i mezzi necessari per far sì che tutto ciò avvenga?”, si chiede.

“Sono molto amareggiato da questa situazione poiché mostra la lontananza tra le istituzioni e i ragazzi, che rappresentano il futuro della nostra società. È una delusione il fatto che debbano pensare di correre e affrontare una lotta a dir poco “selvaggia” per accaparrarsi un posto per la destinazione ambita, quando invece il loro pensiero dovrebbe essere solo quello di studiare e arrivare in tempo per le lezioni oppure tornare semplicemente casa – scrive in una nota – Le istituzioni che hanno messo in piedi questo tipo di progetto dovrebbero lavorare costantemente per migliorarlo, non per sbandierare quest’iniziativa solo come slogan elettorale (altrimenti tutto questo non avrebbe alcun senso)”.

Poi la proposta. “La soluzione – conclude – potrebbe essere quella di istituire un tavolo tecnico tra REGIONE – UNIVERSITA’ – AZIENDA DI TRASPORTI – COMUNI con l’obiettivo di incrementare le corse nei periodi critici”.