Protesta degli anziani del Centro della Villa comunale di Scafati, Francesco Carotenuto auspica un confronto tra pensionati e Comune

Scafati comune
Scafati comune

“Siamo vicini agli anziani della Villa comunale, ma siamo consci che sulla vicenda dei posti auto per i soci del Centro debba vincere il buon senso. Ecco perché sarebbe giusto proporre un abbonamento agevolato ai 600 soci della struttura. Magari, con un contributo annuo di 10 euro l’anno e fasce orarie dedicate, l’Acse ricaverebbe anche un introito di 6mila euro per 12 mesi. Non male in termini di entrare”. Questa la proposta di Francesco Carotenuto, portavoce di Scafati Arancione, che si augura una mediazione tra anziani e commissione straordinaria sulla vicenda della Villa comunale. “I nostri anziani meritano rispetto e riteniamo che il concetto del “Pagare tutti e pagare meno” sia la giusta soluzione: se si pensa in questo modo si può trovare il giusto compromesso”.

Da qui l’appello a Comune e Acse: “Un’apposita convenzione potrebbe mettere d’accordo tutti. Dieci euro l’anno se li può permettere anche un pensionato con 600 euro di pensione. Al contempo nelle casse dell’Acse entrerebbe una somma discreta. Il braccio di ferro non conviene a nessuno: il silenzio delle istituzioni è irrispettoso, ma la protesta non costruttiva non fa certo bene alla città. Mi auguro che questa idea venga presa in considerazione dai protagonisti di questa storia”.