Statua trasferita al Convento. Fra’ Gigino: “Mi ritiro”

Trasferita al Con­vento di San Francesco la statua dell’Immacolata, acquistata dall’omonima Confraternita e spostata dopo il trasferimento di frate Luigi Petrone nella piccola cappella di Santa Maria degli Angeli di via Della Repubblica.

“Il 3 ottobre 2018 – ha scritto fra’ Gigino sul suo profilo facebook – il giudice fa prendere la Statua della Concezione che abusivamente sarà tenuta dai frati del convento di S. France­sco. La Venerabile Confraterni­ta conserva documenti e fatture dell’acquisto. Per riaverla sarà chiamata a una causa civile. Da figli della Vergi­ ne e non da persone che vivono di corruzione intrighi e peccato, si decide che non sarà fatta nes­suna causa perché durerà anni, ma sarà realizzato un nuovo capolavoro d’arte che esprimerà in tutta la sua bellezza la Vergi­ne Immacolata. Tutte le offerte e donazioni sa­ ranno devolute alla confraterni­ta”.

E ancora. “Chiedo scusa al prio­re all’amministrazione e a tutta la confraternita per come si vie­ne trattati dalla Chiesa, solo per­ché si è onesti e veri. Inoltre ve­ dendo quanto nella chiesa c’è di cattiverie, dal 5 ottobre per un periodo di 10 giorni mi ritiro per valutare una mia scelta. Vi por­to nel cuore e vi chiedo scusa per il male che avete avuto, ma la Vergine è sempre con noi. W. Maria W. La Confraternita. Che sia condiviso e pubblicato an­che sui tetti”.