Furto al plesso scolastico di via della Resistenza, Scafati in MoVimento chiede maggiore sicurezza

Carabinieri
Carabinieri

“Ancora una volta Scafati è al centro della cronaca per episodi negativi che palesano un’assurda quanto inesistente attenzione al problema sicurezza. Sia durante la gestione dell’ex amministrazione, che sotto questa commissariale nulla è stato posto in essere. Scafati continua ad essere una città senza controllo e sempre più terra di nessuno”. Così Scafati in Movimento.

“L’episodio che ha visto protagonista il plesso scolastico di via della Resistenza, oggetto di un furto, è solo l’ennesimo segnale che a Scafati i ladri possono fare quello che vogliono. Non è la prima volta che accade, soprattutto nelle ultime settimane. Ci sono stati una serie di atti delinquenziali ai danni delle nostre scuole. A tutto ciò si deve porre fine – prosegue-. Le scuole, che già vivono un momento non florido dal punto di vista dei fondi disponibili, non possono subire ulteriori danni economici. Dalla scuola sono stati portati via ben 10 pc di supporto alle LIM, un trapano, una macchina fotografica e un videoproiettore; un danno più che rilevante. Chiediamo l’immediata installazione di un sistema di videosorveglianza nella scuola e ci chiediamo anche a che punto sia la procedura avviata tempo fa in Prefettura per avere i fondi sicurezza per i quali il comune ha fatto richiesta.
Sollecitiamo la commissione straordinaria ad inviare al Prefetto di Salerno una richiesta per accelerare tutto l’iter amministrativo così da poter dotare la città di un sistema di videosorveglianza degno di tale definizione. Sarebbe un segnale di attenzione più che dovuto nei confronti della comunità scafatese che quotidianamente vive momenti di paura per la propria incolumità”.