Sfruttamento della prostituzione, un arresto

Il personale della Polizia di Stato appartenente alla Sezione Falchi della Squadra Mobile, nel pomeriggio di ieri, ha proceduto all’arresto in flagranza del pregiudicato M.R. di 50 anni.

Gli investigatori della Sezione Falchi sono venuti a conoscenza che a Lancusi vi era un appartamento nel quale il pregiudicato M.R. aveva sistemato delle donne colombiane dedite al meretricio.

Nella mattinata di ieri, quindi, dopo una serie di attività di osservazione, che hanno permesso di notare l’arrivo di un uomo che si è introdotto parlando al telefono nello stabile oggetto di interesse, i poliziotti hanno fatto irruzione all’interno dell’appartamento ove, in una camera, vi era lo stesso uomo intento a fare sesso con una delle donne colombiane.

A riscontro dell’attività, i poliziotti hanno sottoposto a sequestro profilattici e materiali erotici, e hanno atteso l’arrivo dello sfruttatore.
Sentite le donne, i poliziotti hanno accertato che le stesse erano state prelevate da M.R. alla Stazione di Salerno due giorni prima ed accompagnate in auto nell’appartamento in Lancusi per farle prostituire, pattuendo con lui la somma di 400€ da dividersi in relazione al numero di prestazioni sessuali intrattenute.

In virtu’ di quanto emerso, dopo gli accertamenti e le perquisizioni, il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Nocera Inferiore , ha disposto l’arresto di M.R. per il reato di sfruttamento della prostituzione ex art.3 e 4 legge 75 del 1958 ed il suo accompagnamento in carcere.