Angri. Troppe strisce blu, monta la polemica per i criteri

Gran parte delle strisce blu non rispetterebbe i criteri dettati dal codice della strada.

Angri parcheggio Via Nuova Cotoniere
Angri parcheggio Via Nuova Cotoniere

Comuni a secco di entrate e pronti a far cassa con la sosta a pagamento. Monta la polemica ad Angri dove ci sono poche strisce bianche rispetto a quelle blu della sosta a pagamento. Un’osservazione fatta da molti cittadini anche a mezzo social. Nel centro cittadino è raro trovare uno stallo gratuito.

Gran parte delle strisce blu non rispetterebbe i criteri dettati dal codice della strada. Il Codice della Strada prevede infatti che i Comuni possano istituire delle zone di parcheggio a pagamento, delimitate dalle strisce blu, in determinate aree della città. Per farlo però i Comuni dovranno rispettare alcune regole: ad esempio, le aree di sosta a pagamento devono essere realizzate fuori della carreggiata e comunque in modo che i veicoli parcheggiati non ostacolino lo scorrimento del traffico.

Non solo: le “zone blu” dovranno essere istituite nelle vicinanze di un’area riservata al “parcheggio senza custodia o dispositivi di controllo” e quindi in prossimità delle strisce bianche ovvero di parcheggi gratuiti. Condizioni che nella cittadina angrese sono parzialmente assenti. La questione è destinata d alimentarsi.