Detenuto napoletano nasconde cellulare in pancia per un mese

E' quanto emerso dai controlli effettuati in ospedale dove l'uomo era stato portato in seguito ad un improvviso malore

Carcere

Per sfuggire ai controlli, un detenuto del carcere di Poggioreale, a Napoli, ha ingoiato un telefono che ha tenuto nello stomaco per circa un mese. Lo riferisce Il Mattino. E’ quanto emerso dai controlli effettuati nell’Ospedale del Mare dove l’uomo era stato portato in seguito ad un malore.

Il fatto anomalo è emerso dalla radiografia all’addome del detenuto. Nello stomaco c’era un telefonino cellulare di 8 per 2 centimetri. Un’operazione in laparascopia è stata effettuata per estrarre il telefonino. L’uomo ha circa 40 anni ed è detenuto per reato comuni. Ora è fuori pericolo.