Migranti. In quindici vivevano nello stesso appartamento nel napoletano

E' quanto scoperto a Casandrino (Napoli) dai Carabinieri della compagnia di Grumo Nevano, insieme al personale della Asl Napoli 2 Nord

Carabinieri
Carabinieri

In 15 vivevano nello stesso appartamento e in precarie condizioni igienico-sanitarie. E’ quanto scoperto a Casandrino (Napoli) dai Carabinieri della compagnia di Grumo Nevano che, insieme a personale della Asl Napoli 2 Nord, hanno proceduto a controllare due appartamenti occupati da extracomunitari.

Al termine dei controlli sono state denunciate in stato di libertà 7 persone, 5 uomini, tra i quali 2 pakistani, e 2 donne per inosservanza ai provvedimenti dell’autorità non avendo ottemperato a un’ordinanza sindacale emessa il 13 dicembre scorso.

Nella prima abitazione i Carabinieri hanno sorpreso a dimorare 15 persone di nazionalità bengalese e pakistana, in sovraffollamento rispetto a quanto stabilito dalla normativa vigente con riguardo alla metratura. La seconda abitazione invece è risultata non riunire i requisiti minimi di base.

In entrambe le situazioni sono state riscontrate precarie condizioni igienico-sanitarie. I Carabinieri hanno controllato altre 3 abitazioni, sempre nella stessa strada, per le quali si è proceduto amministrativamente nei confronti degli affittuari.

Zca/AdnKronos