Minacce e botte a convivente e figli minorenni, arrestato

Minacce e botte a convivente e figli minorenni, arrestato

Carabinieri
Carabinieri arresto

Un 35enne e’ stato arrestato e posto ai domiciliari da carabinieri di Calatabiano per maltrattamenti contro familiari e lesioni personali aggravate nei confronti della convivente e dei figli minorenni. Nei suoi confronti e’ stata eseguita un’ordinanza del Gip emessa su richiesta della Procura distrettuale di Catania.

La sua compagna, gia’ madre di una figlia, oggi 17enne, nata da un precedente matrimonio, nel 2003 aveva iniziato la convivenza con l’indagato, dalla quale erano nati due figli, oggi di 10 e 11 anni, vivendo, ricostruisce il pool di magistrati della Procura che si occupa di reati di genere, “questo lungo periodo in un clima di profonda frustrazione fisica e morale generato dall’indole violenta e dalla gelosia smodata del compagno”.

L’uomo, tenendo un atteggiamento violento, la picchiava e la minacciava: “stammi lontano senno’ ti ammazzo”. Avrebbe anche picchiato la figlia 17enne della donna che fidanzatasi con un coetaneo, oltre ad essere apostrofata come “poco di buono” arrivando anche a colpirla con la cinghia dei pantaloni per poi afferrare un coltello e minacciare la convivente, accorsa in aiuto della figlia.

Il gesto ha scatenato la reazione del figlio di 10 anni che ha urlato al padre di andarsene da casa, ricevendo in cambio un calcio alla spalla che lo ha fatto cadere a terra.

L’escalation di violenza, rivolta anche nei confronti dei piu’ piccoli, ha dato il coraggio alla donna di denunciare il convivente ai carabinieri e di allontanarsi dalla casa familiare, trovando ricovero assieme ai suoi figli in casa di amici.

ANSA