Pagani. Tariffa rifiuti e interventi di riqualificazione, Sessa si rivolge al difensore civico

Il Consigliere Comunale di Pagani, Anna Rosa Sessa, ha presentato al difensore Civico della Regione Campania due richieste di intervento sottoscritte da numerosi cittadini paganesi.

La prima “petizione” ha come obiettivo l’abolizione dell’aumento indiscriminato, ingiustificato e barbaro della tariffa rifiuti- che cadrà sulle tasche di tutti- decisa da Ecoambiente con l’avallo della Provincia di Salerno e dell’Ente d’Ambito di cui fa parte il Comune di Pagani.

La seconda, invece, è tesa far restituire alla nostra città fondi per 1milione600mila euro (destinati ad interventi di riqualificazione di Via Astarita, Corso Ettore Padovano e Via Marconi) che sono stati ingiustamente scippati alla città di Pagani in quanto all’Agro Nocerino Sarnese non sono stati assegnati, come da prescrizione Cipe, 100milioni di euro.

“Adesso- ha dichiarato Anna Rosa Sessa- ci aspettiamo un intervento forte da parte del Difensore Civico Regionale a tutela dei cittadini paganesi e non solo. L’aumento della tariffa per lo smaltimento dei rifiuti deciso da EcoAmbiente è indiscriminato, ingiustificato, barbaro e illegittimo e penalizza tutti i cittadini della Provincia di Salerno. Allo stesso modo mi auguro che il Difensore Civico possa intervenire per restituire alla nostra citta i fondi che ci sono stati illegittimamente scippati, nel silenzio dell’amministrazione comunale, e che servono alla riqualificazione di Via Astarita, Corso Ettore Padovano e Via Marconi, arterie estremamente importanti per Pagani e bisognose di un intervento di riqualificazione. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i cittadini che, con la loro firma, hanno voluto sostenere questa battaglia a tutela della collettività”