Accoltella padre e figlio durante una lite, arrestato

Nella serata di ieri 20 febbraio, gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile di Salerno – Sezione Criminalità Diffusa – “Falchi”, hanno arrestato D.N.C., trentaduenne pregiudicato salernitano, per tentato omicidio e lesioni aggravate nei confronti di due persone.

Nel transitare in viale Gramsci a Salerno, gli agenti hanno notato una violenta lite in atto e hanno bloccato le persone coinvolte, constatando che uno di questi sanguinava vistosamente dal petto.

I primi accertamenti hanno permesso di acclarare che le persone ferite A.F. di 61 anni e A.D. di 32 anni, rispettivamente padre e figlio, erano stati attinti da diversi fendenti sferrati dall’uomo con cui stavano avendo la lite.

I successivi esami svolti presso il locale nosocomio hanno permesso di accertare che A.F. era stato attinto da sette fendenti, di cui uno al petto, uno alla nuca, uno alla coscia e quattro al torace mentre il figlio, invece, era stato attinto da un fendente al volto altezza orecchio sinistro e tre al torace.

I due sono stati dimessi contro il parere dei sanitari con prognosi di giorni quindici. Pertanto, dopo gli accertamenti di rito, l’aggressore è stato dichiarato in stato di arresto ed è stato trasferito in carcere.