Angri vandalismo. Auto in sosta e casa sul Chianiello prese di mira

Non sono solo le auto del centro storico a essere prese di mira e derubate, ma anche l’area pedemontana.

Angri. Casa del Guardiano. Chianiello
Angri. Casa del Guardiano. Chianiello

Vandali in azione. La notte complice favorisce atti deprecabili in centro come in periferia. Non sono solo le auto del centro storico a essere prese di mira e derubate, ma anche l’area pedemontana. Nella notte è stata vandalizzata anche la “Casa del guardiano” sul popolare “Parco del Chianiello”, come si apprende da fonti social, un punto di ritrovo e di riferimento della comunità dei trekker.

Non basta più nemmeno l’indignazione social a fermare questa recrudescenza criminale. Sul territorio i pochi uomini a disposizione delle forze dell’ordine non possono fronteggiare le emergenze e i raid notturni affiati unicamente alla videosorveglianza. Ogni giorno, è diventata prassi, una rassegna social di auto danneggiate e cose vandalizzate.

Per rassegnazione e sfiducia non si denuncia nemmeno più. Il sindaco Cosimo Ferraioli si è già recato in Prefettura per esporre il “caso Angri” che non trova soluzione, almeno nell’immediato.