Negozi. De Luca, siano aperti la domenica, non siamo nell’800

"Aperti, aperti, aperti. Stiamo andando verso un altro mondo, non verso l'Ottocento e i Borboni"

vincenzo de luca
vincenzo de luca

“Aperti, aperti, aperti. Stiamo andando verso un altro mondo, non verso l’Ottocento e i Borboni”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a margine dell’inaugurazione dello ‘Spazio Campania’ a Milano, rispondendo ai cronisti che gli hanno chiesto cosa pensa delle chiusure domenicali dei negozi.

“Ovviamente i problemi ci sono: c’e’ un problema di tutela dei lavoratori, bisogna avere delle turnazioni, non possiamo schiavizzare i lavoratori per tutti i giorni, i mesi e gli anni – ha aggiunto -. E’ evidente che bisogna innovare anche in questo campo”.

“Ci sono soluzioni assolutamente piu’ semplici come la rotazione delle aperture e del personale, incentivi economici per riconoscere il sacrificio – ha concluso -. Ma l’idea di chiudere significa chiamare Amazon, chiamare quel signore pelato, e dirgli ‘l’Italia ti offre la possibilita’ di fare qualche altro miliardo di dollari’. Mi pare una bestialita’, sinceramente”. (ANSA