Angri. Apprezzamenti ed elogi per “La tela di Penelope”

Dopo avere scoperto il telo delle artiste Mena Semioli e Liliana Montella, l’opera è diventata un suggestivo e quanto originale sfondo alla performance dell’attore e regista Antonio Grimaldi

Angri. La tela di Penelope
Angri. La tela di Penelope

Una serata primaverile che ha invogliato la gente ad assistere alla performance “en plein air” nei pressi dell’ex cinema teatro Minerva “La Tela di Penelope”. Dopo avere scoperto il telo delle artiste Mena Semioli e Liliana Montella, l’opera è diventata un suggestivo e quanto originale sfondo alla performance dell’attore e regista Antonio Grimaldi che si è esibito tra le scale della storica struttura cinematografica. Il tema della serata, come è stato rimarcato, ha preso spunto dai versi dalla poesia “Penelope” dell’autrice Anna Rita Armati.

Apprezzamenti e applausi per gli artisti della singolare collettiva incubata e realizzata per oltre 45 giorni. “Ogni volta che un dipinto riuscirà a muovere le emozioni nascoste, anche a una sola persona, saprò di aver intinto la mano nell’anima, questa per me è la vittoria” ha scritto sul suo profilo social Mena Semioli artista emergente e promotrice del l’happening dedicato alla donna.