Angri. Capitali privati per realizzare alloggi nel Rione Alfano?

Dubbi di D'Auria sulla costruzione dei nuovi complessi abitativi previsti dal PUC e dovrebbe sopperire alla grave e anemica carenza di abitazioni popolari

Angri Via Leonardo Da Vinci Rione Alfano
Angri Via Leonardo Da Vinci Rione Alfano

Ottantasei nuovi alloggi di edilizia residenziale popolare con partecipazione privata? La costruzione degli alloggi è prevista in due comparti tra Via Stabia e Via Leonardo Da Vinci, nel Rione Alfano conosciuto anche come zona 167. Il popoloso Rione che sorse alla fine degli anni settanta. La costruzione dei nuovi complessi abitativi è prevista dal PUC e dovrebbe sopperire alla grave e anemica carenza di abitazioni popolari nella cittadina angrese. Nella zona è prevista anche un’area attrezzata e per le attività commerciali.

Sulla questione interviene il consigliere di opposizione Domenico D’Auria che avanza le sue perplessità circa le modalità: “La Giunta Ferraioli dopo la proposta di riqualificazione ex MCM (150 alloggi circa) ha dato mandato agli uffici di cercare capitali privati per la realizzazione di nuovi 86 alloggi da realizzare presso il Quartiere Alfano. L’Amministrazione Ferraioli dopo quattro anni di latitanza smaschera il suo disegno “criminale” per cui ha lavorato finora, affossare quel minimo di vivibilità che ci resta sotto una colata di cemento che arricchirà ben pochi a danno, irrimediabile, delle future generazioni”.