A Sarno al via la “Settimana del Cervello”. Manifestazione scientifica

Promossa da La Filanda e dal Santa Rita che ruota intorno all’ambulatorio di neuropsichiatria e la presentazione dei dati rilevati in campo neuropsicologico

Sarno. Settimana del cervello
Sarno. Settimana del cervello

A Sarno è partita la “Settimana del Cervello”, manifestazione scientifica, fino al prossimo 17 marzo, promossa da La Filanda e dal Santa Rita che ruota intorno all’ambulatorio di neuropsichiatria e la presentazione dei dati rilevati in campo neuropsicologico nell’ultimo anno. Progressi importanti per i pazienti sia adulti che bambini. Percorsi che mirano oltre alla terapia riabilitativa, anche alla prevenzione per adulti e bambini. Dunque, una diagnosi precoce per intervenire nel più breve tempo possibile con processi mirati per l’ Alzheimer, altri per problemi dell’attenzione dei bimbi a scuola.

A spiegare l’azione sui più piccoli è Santa Celentano, psicologa de La Filanda. “Per i bambini sono previsti interventi personalizzati. Per la didattica è stato messo a punto il servizio di doposcuola specialistico che prevede due aree di intervento, una per alunni con Disturbo Specifico dell’Apprendimento, una per alunni con Bisogni Educativi speciali. All’interno del doposcuola è presente personale specializzato che supporta i bambini nella costruzione di un adeguato livello di autonomia nello studio”. Un intervento costante anche sugli anziani, ad approfondirlo è Anna Maria Califano, psicologa del Santa Rita.

“In regime ambulatoriale sono in corso trattamenti con pazienti afasici e demenze di Alzheimer, che stanno ottenendo buoni risultati. Ora c’è il nuovo servizio di neuropsicologia con valutazione neuropsicologica e possibilità di trattamento riabilitativo neurocognitivo. In particolare, gli interventi di riabilitazione e stimolazione cognitiva permettono di recuperare abilità perse o rallentare il più possibile il progredire del deterioramento delle funzioni. Attraverso tali interventi è possibile incrementare il funzionamento di memoria, attenzione, linguaggio migliorando la qualità di vita”