Svincolo Strada 268. Rimandata l’apertura del collegamento finale

Attesa da 15 anni, la sua apertura finale sul tratto di Via Paludicella - Via Campia potrebbe avvenire non prima della fine del 2019

Svincolo Strada Statale 268
Svincolo Strada Statale 268

Il tratto terminale della Strada Statale 268 a Monte del Vesuvio rischia di non essere terminato in tempi brevi. Attesa da 15 anni, la sua apertura finale sul tratto di Via Paludicella – Via Campia potrebbe avvenire non prima della fine del 2019. Lo svincolo 268 che, una volta fruibile al traffico, permetterà lo snellimento dei flussi veicolari, soprattutto per i mezzi pesanti, in tre Comuni: Sant’Antonio Abate, Angri e Scafati.

A quanto riporta il quotidiano Metropolis i tempi si sarebbero allungati perché mancherebbe ancora l’approvazione del progetto “dei lavori di completamento delle rampe di svincolo di collegamento della Strada Statale 268 con l’Autostrada (A3) Napoli-Salerno”. Documenti che dovrebbero essere discussi nel consiglio comunale abatese che si svolgerà giovedì prossimo e che concluderebbero definitivamente l’iter dell’intervento ricadente sul territorio. L’ottimismo iniziale di potere aprire gli svincoli già a luglio prossimo è andato disatteso.

I lavori per la realizzazione dei caselli hanno richiesto più tempo del previsto. In fase di progettazione e di realizzazione c’è anche il potenziamento dell’illuminazione in via Paludicella e nella rotonda nei pressi degli svincoli. Per l’ultimo tratto – secondo il quotidiano Metropolis – sarebbe stato previsto un investimento complessivo di quasi 34 milioni di euro. Lo svincolo, oltre a costituire un’importante bretella di collegamento con Angri, Scafati e Sant’Antonio Abate, collegherà la Strada Statale 268 all’autostrada Napoli – Pompei – Salerno.