Caserta, sequestrate 1,2 tonnellate di sigarette di contrabbando

La Guardia di Finanza di Caserta ha bloccato un furgone telonato che trasportava oltre 1,2 tonnellate di sigarette di contrabbando, pari a 6.100 stecche

Guardia di Finanza
Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza di Caserta ha bloccato al casello di Napoli Nord della A1 un furgone telonato che trasportava oltre 1,2 tonnellate di sigarette di contrabbando, pari a 6.100 stecche, sequestrando il carico nascosto all’interno di decine di confezioni di condizionatori portatili.

Dopo l’ultimo sequestro risalente a soli pochi giorni fa, i militari della sezione mobile del nucleo di polizia finanziaria hanno intercettato il carico diretto all’area napoletana. Al momento del controllo della documentazione di accompagnamento, da cui risultava che la spedizione fosse partita da Trieste e avesse come destinatario un noto rivenditore di elettrodomestici dell’hinterland napoletano, è emerso che l’azienda all’indirizzo di consegna non avesse alcun deposito. Le scatole, scaricate dal mezzo, sono risultate più leggere rispetto al peso presumibile degli elettrodomestici.

Da qui la decisione di accompagnare il mezzo in caserma dove si è proceduto all’ispezione fisica degli imballi rilevando che all’interno delle scatole vi era solamente la scocca in plastica dei condizionatori mentre al posto del motore e dei serbatoi di acqua erano stati nascosti pacchetti di sigarette di contrabbando. In totale, una volta svuotati tutti i cartoni, sono stati contati 61mila pacchetti, nascosti in 120 scocche di elettrodomestici.