Poggiomarino. Scoperta una maxi discarica abusiva nelle campagne

Nessuna cautela era stata utilizzata per gli sversamenti e parte dei rifiuti risultavano addirittura bruciati a grave rischio dell’ambiente e dell’incolumità degli abitanti

Poggiomarino discarica abusiva
Poggiomarino discarica abusiva

Una maxidiscarica abusiva è stata scoperta nelle scorse ore nelle campagne di Poggiomarino: tra i rifiuti c’era anche l’amianto, pneumatici e vetroresina bruciata. L’operazione è stata condotta dai militari del Gruppo della Guardia di Finanza di stanza a Torre Annunziata. I militari hanno sottoposto il territorio a severi controlli dedicando una speciale attenzione al fenomeno dello smaltimento illecito dei rifiuti.

Nell’ambito di questi controlli, le fiamme gialle hanno scoperto un’area vasta circa quattromila metri quadri nelle zone periferiche dell’hinterland vesuviano. E nei pressi di Poggiomarino i finanzieri si sono imbattuti in quello che è poi risultato essere un vero e proprio sversatoio a cielo aperto.

In quell’area, infatti, erano stati abbandonati circa 500 metri cubi di amianto e non basta: i militari, infatti, hanno rinvenuto anche asfalto, pneumatici, residui di lavorazione tessile e industriale, materiale metallico, isolanti e rifiuti edili, vetroresina bruciata.

Nessuna cautela era stata utilizzata per gli sversamenti e parte di quei rifiuti risultavano addirittura bruciati a grave rischio dell’ambiente e dell’incolumità dei cittadini che abitano in quelle zone.
L’area, dopo le formalità del caso, è stata sottoposta a sequestro.