San Valentino Torio. Crisi politica per Strianese. Dimissioni di massa

Michele Strianese nella morsa della crisi a poco meno di un anno dalle elezioni cittadine. L’ordigno politico è stato innescato dalla azienda speciale in house “San Valentino Servizi”

Il sindaco di San Valentino Torio Michele Strianese
Il sindaco di San Valentino Torio Michele Strianese

Michele Strianese nella morsa della crisi a poco meno di un anno dalle elezioni cittadine. L’ordigno politico è stato innescato dalla azienda speciale in house “San Valentino Servizi” che sta facendo traballare nelle ultime ore la poltrona del sindaco e presidente della Provincia. Dimissioni in toto alla San Valentino Servizi dopo la sfiducia del sindaco Michele Strianese e della sua maggioranza al direttore Ettore Rolando De Vivo, l’intero consiglio di amministrazione lascia.

Terremoto anche in giunta con le dimissioni dell’assessore e vicesindaco Rosanna Ruggiero, che rimette le deleghe “Ciclo integrato dei rifiuti e cimitero” nelle mani del Sindaco. Una sfiducia che potrebbe costare cara a Strianese che rischia, dopo appena 4 anni di terminare in anticipo il suo mandato sindacale e quello di Presidente della Provincia. A circa 15 giorni dalla decisione di sfiduciare il direttore De Vivo si è dimesso anche il consiglio di amministrazione della “San Valentino Servizi” composto da: Vincenzo Salerno, Maria Rosaria Tufano e Alberto Carbone che hanno comunicato al sindaco e alla sua maggioranza i motivi: “Le dimissioni dal Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Speciale “San Valentino Servizi” – si legge nella lettera pubblica da Punto Agro News – per sopraggiunti motivi di natura professionale e personale. I sottoscritti consiglieri dimissionari intendono esprimere il loro più vivo ringraziamento al Sindaco e all’Amministrazione per l’opportunità offerta e il più sentito apprezzamento per l’ottimo lavoro svolto e i risultati conseguiti in questi anni al Direttore Ettore Rolando De Vivo. Un ulteriore ringraziamento deve essere rivolto, infine, a tutti i dipendenti dell’Azienda Speciale “San Valentino Servizi” che, con il loro lavoro quotidiano, hanno garantito sempre il massimo decoro urbano, rispondendo sempre con professionalità e impegno alle esigenze della comunità di San Valentino Torio. Le dimissioni sono irrevocabili e si intendono effettive dalla registrazione presso il Protocollo del Comune di San Valentino Torio”.

Non prospettano nulla di buono nemmeno le dimissioni dell’assessore Rosanna Ruggiero che ha rimesso nelle mani di Strianese le deleghe relative al ciclo integrato dei rifiuti e al cimitero. “Dopo una lunga e ponderata riflessione – spiega l’assessore Ruggiero – ritengo opportuno rimettere nelle tue mani le deleghe da te affidatemi, relative al ciclo integrato dei rifiuti e al cimitero, in quanto ritengo non esistano più le condizioni per poter esercitare tranquillamente e in piena autonomia le funzioni a me demandate. Sono tante le motivazioni che mi hanno spinto a maturare questa decisione ma compio coscientemente questa scelta perché è divenuto sempre più arduo riuscire a conciliare una condotta efficace e positiva, a causa di ostacoli che mi hanno portato a non poter operare, come normalmente dovrebbe avvenire in una conduzione condivisa, in un clima di grande disponibilità e collaborazione” dichiarazione riportata sempre dall’online Punto Agro News.

“Lo faccio con grande serenità d’animo e intellettuale. Ho adempiuto – aggiunge Ruggiero – a quanto di mia competenza, avviando concretamente tutte le procedure utili al raggiungimento degli obiettivi concordati e fissati. Non sarebbe giusto da parte mia continuare ad occupare questo ruolo non condividendo più un percorso, a mio parere, poco improntato sui valori e sugli obiettivi che hanno ispirato il nostro programma. Sono fiera di aver rivestito queste cariche e di essermi impegnata, con abnegazione, serietà e passione dando il mio contributo, limpido senza compromessi e senza conti da pagare. Desidero ringraziare tutti, in particolare i dipendenti della San Valentino Servizi, il cui lavoro silenzioso e concreto è una vera risorsa per questo Paese.Dato atto di ciò, mi preme sottolineare l’intenzione di portare a termine il mio mandato in modo costruttivo e collaborativo, facendomi carico di ogni sforzo per contribuire alla crescita del nostro Paese, dedicando più tempo ed energie al mio incarico da vice sindaco, nonché alle altre deleghe che mi hai affidato, ovvero, attività produttive e ambiente, sempre e solo nell’esclusivo interesse della nostra comunità. La rinuncia alle deleghe ciclo integrato dei rifiuti e cimitero sono irrevocabili”.