Angri Siano. Nas in azione con sequestri e denunce

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, nell’ambito delle attività di monitoraggio e controllo sul rispetto della normativa ambientale hanno compiuto ispezioni presso gli insediamenti industriali situati nell’area dell’agro nocerino - sarnese

Carabinieri NAS
Carabinieri NAS

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, nell’ambito delle attività di monitoraggio e controllo sul rispetto della normativa ambientale coordinate dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, hanno compiuto una serie di ispezioni presso gli insediamenti industriali situati nell’area dell’agro nocerino – sarnese riscontrando molteplici violazioni in materia ambientale, da cui sono scaturite le denunce dei responsabili e due sequestri.

Siano: a seguito di mirati servizi ispettivi avviati dal mese di febbraio presso la locale area P.I.P., i militari del NOE hanno riscontrato gravi violazioni in materia antincendio presso un impianto di tipografia, litografia e serigrafia.
Al termine degli accertamenti, constatata l’illecita condotta, è stato deferito in stato di libertà il legale rappresentante dell’impresa.

I militari hanno inoltre sottoposto a sequestro l’intero impianto produttivo in esecuzione a decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip del Tribunale di Nocera Inferiore concorde con gli esiti degli accertamenti, onde precludere la disponibilità ed evitare l’aggravarsi dell’illecita condotta.

Angri: nel mese di marzo sono stati avviati accessi ispettivi presso la locale area PIP, tesi alla salvaguardia delle matrici ambientali e condotti in particolare presso uno stabilimento produttivo esercente l’attività di ricostruzione, montaggio e vendita di pneumatici.

A seguito delle approfondite verifiche condotte, sono state rilevate gravi ed attuali violazioni in materia ambientale riferite all’assenza di autorizzazione alle emissioni in atmosfera, nonché l’assenza di autorizzazione allo scarico dei reflui industriali, immessi direttamente nella fognatura comunale. A conclusione degli accertamenti è stato deferito in stato di libertà il legale rappresentante dell’impianto e sono stati apposti i sigilli di sequestro all’intero impianto industriale in esecuzione a decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip del Tribunale di Nocera Inferiore.