Angri. Vandali a Fondo Caiazzo, ma la videosorveglianza?

C’è una telecamera di video sorveglianza installata lungo il fondo abbandonato e incolto di erbacce, se fosse attiva con le sue riprese, potrebbe fornire utili indizi

Angri parcometro perso di mira con le targhe auto
Angri parcometro perso di mira con le targhe auto

Auto in sosta notturna danneggiate. I recenti atti di vandalismo nel parcheggio comunale di Fondo Caiazzo ha riaperto forte il dibattito in città circa la sicurezza cittadina. C’è una telecamera di video sorveglianza installata lungo il fondo abbandonato e incolto di erbacce, se fosse attiva con le sue riprese, potrebbe fornire utili indizi sugli autori dell’ennesimo raid che si è consumato nell’area di parcheggio gestita dall’Azienda Speciale Angri Eco Servizi.

I vandali qualche notte fa sono entrati in azione con bombolette di vernice spray blu imbrattando alcune targhe di auto in sosta. La stessa mano si è certamente accanita anche contro il parcometro posto all’ingresso dell’area di parcheggio e il raccoglitore degli Oli esausti. Quello dell’area di sosta adiacente allo Stadio Novi è uno spazio che viene sistematicamente preso di mira dai vandali e da malintenzionati. Nelle scorse settimane sono state razziate decine di auto in sosta dalle quali è stato asportato di tutto: airbag, navigatori, impianti stereo, documenti e perfino un cofano motore da un veicolo. Una recrudescenza che non sembra fermarsi, anzi si accentua con il passare del tempo.

Nella zona è stato preso di mira anche il raccoglitore degli oli esausti. Il contenitore è stato completamente svuotato e vandalizzato. L’olio è stato riversato sull’asfalto con grave pericolo per chi transita nel perimetro del parcheggio. Sul posto per verificare i danni il consigliere comunale di Stay Angri Eugenio Lato che ha sottolineato il suo pronto interessamento, nelle scorse settimane, circa la situazione persistente a Fondo Caiazzo “Segnalai già una quindicina di giorni fa la questione del raccoglitore degli oli esausti all’Azienda Speciale, che per altro non ha competenza. Ho dovuto, purtroppo, constatare che il serbatoio è stato vandalizzato.”

Il consigliere Lato si appella al buon senso e invita al rispetto delle regole e del buon comportamento civico, affinché il patrimonio comune non sia depauperato con azioni deprecabili come quelle che si registrano frequenti anche in altre zone della città. Auto che vengono prese di mira non solo nell’area di parcheggio ma praticamente su tutto il territorio cittadino. C’è chi si prende beffa anche della videosorveglianza restando il più delle volte impunito.
Luciano Verdoliva