Onlus: definizione, caratteristiche e obiettivi

Prima di effettuare la donazione di parte del proprio reddito, o di effettuare una donazione spontanea, è utile sapere cosa sono le onlus

Solidarietà Onlus
Solidarietà Onlus

Onlus: definizione, caratteristiche e obiettivi

Si sente spesso parlare di onlus, soprattutto quando arriva il momento di effettuare la donazione del proprio cinque per mille. Prima di effettuare la donazione di parte del proprio reddito, o di effettuare una donazione spontanea, è utile sapere cosa sono le onlus, quali sono le loro caratteristiche e quali i loro obiettivi.
Per la definizione di queste organizzazioni si può fare riferimento al Decreto Legislativo 460 del 1997, nel quale si comprende il significato dell’acronimo. Una fondazione onlus è di fatto una Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale.

Quali sono le caratteristiche delle onlus?

Affinché si possa parlare di organizzazione non lucrativa di utilità sociale, ciascuna fondazione deve rispettare delle caratteristiche ben precise. Queste organizzazioni godono di diversi benefici, tra i quali ovviamente i vantaggi fiscali, ecco perché viene attuato un serrato controllo volto ad individuare quelle organizzazioni che si dichiarano onlus, ma che di fatto non lo sono.
Come è possibile intuire già dal significato dell’acronimo, ciascuna fondazione per essere inserita in questo speciale elenco deve impegnarsi nel perseguire degli obiettivi di utilità sociale. I progetti avviati e portati avanti dalle organizzazioni possono essere di varia natura, a patto che contribuiscano a migliorare la qualità di vita degli individui e a migliorare la società in cui viviamo.

Un altro aspetto fondamentale è che le organizzazioni non possono generare dei profitti, dal momento che si tratta di organizzazioni non lucrative. Il denaro raccolto con le donazioni dei sostenitori e gli eventuali utili generati con le attività svolte dalla fondazione e con gli investimenti fatti nel corso dell’anno devono essere reinvestiti nella stessa associazione e non possono essere distribuiti tra i soci dell’organizzazione.

Nel caso di una eventuale chiusura della fondazione, ci sono regole ben precise che descrivono come procedere. In particolare, il patrimonio dell’organizzazione non può essere suddiviso tra i soci, ma deve essere donato ad altre fondazioni: i soci possono riprendere solo la quota di capitale che avevano investito inizialmente.

Quali sono gli obiettivi di queste organizzazioni?

Trattandosi di organizzazioni di utilità sociale, le onlus si impegnano nel portare avanti dei progetti che possano migliorare la qualità di vita delle persone. Sono tantissimi gli ambiti in cui è possibile operare per perseguire questo obiettivo finale.

Molte fondazioni lavorano nel settore della sanità, offrendo cure mediche a chi non è nelle condizioni socioeconomiche per potervi accedere e portando professionisti specializzati nei paesi in cui vi è carenza di offerta, ma non di domanda.
Altre scelgono di operare nel settore dell’educazione e della formazione. La formazione scolastica è uno strumento indispensabile per favorire la crescita dei paesi più svantaggiati, perché senza conoscenza è difficile migliorare.
Ci sono anche organizzazioni che si impegnano per la protezione dell’ambiente e per la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale. Non mancano poi fondazioni che avviano dei progetti per garantire i diritti fondamentali dell’uomo, che in molte realtà sono ancora calpestati. Sono tantissime quindi le aree di attività e ciascuno può scegliere di sostenere la fondazione che preferisce, in base ai progetti in corso ed alla causa alla quale vuole contribuire economicamente.