Pagani. Caos al Centro Sociale di Via De Gasperi

L’azione del custode sarebbe stata giustificata dalle preoccupanti infiltrazioni d’acqua piovana che affliggono da anni la struttura polifunzionale. Infiltrazioni che si sono sommati ad altri problemi della struttura

Pagani Centro sociale
Pagani Centro sociale

Chiude temporaneamente il centro sociale di via Alcide De Gasperi. Un’azione ritenuta necessaria “per motivi di sicurezza”. Questo quanto riportato sul cartello posto all’entrata del centro sociale ieri mattina. A esporlo il custode volontario della struttura comunale come riporta “Il Mattino”.

L’azione del custode sarebbe stata giustificata dalle preoccupanti infiltrazioni d’acqua piovana che affliggono da anni la struttura polifunzionale. Infiltrazioni che si sono sommati ad altri problemi della struttura per la quale da tempo si richiedono urgenti interventi di manutenzione e di riqualificazione. Attualmente solo le associazioni teatrali e quelle di volontariato, oltre alle sedi sindacali presenti, si adoperano per mantenere aperta la struttura, con tutti i problemi e gli oneri del caso. La struttura comunale, per altro, è anche sede dei seggi elettorali numero 28 e 30, quelle che comprendono via De Gasperi, via e traversa Taurano, via Corallo, via e traversa Mangioni.

“Ieri sarebbero dovuti iniziare i lavori di riqualificazione della struttura per i quali abbiamo intercettato oltre 40 mila euro – dichiara a “Il Mattino” il sindaco Salvatore Bottone, dopo essersi accertato dell’effettiva riapertura della struttura comunale – Il custode da giorni era giustamente preoccupato per le enormi infiltrazioni di acqua piovana che insistono sulla struttura, ma lo abbiamo rassicurato con le parole e con i fatti. Sono già in partenza i lavori straordinari per la riqualificazione della struttura, con il bando già affidato alla ditta appaltatrice, mentre la “Pagani Servizi” a breve sarà impegnata nel mettere in piedi i seggi elettorali utili all’imminente tornata elettorale di domenica. Posso dire, inoltre, che nei prossimi giorni firmerò i decreti per la costituzione del comitato di gestione della struttura, atteso da anni”. Dopo le elezioni, dovrebbe aprire i battenti anche un centro minorile con l’azienda consortile “Agro Solidale”.