Pistola nascosta in una stufa, arrestato

Carabinieri
Carabinieri

Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di San Cipriano Picentino, in collaborazione con alcuni equipaggi della Sezione Radiomobile della Compagnia di Salerno, nel corso di un servizio predisposto dal Comando Provinciale, e finalizzato ad intensificare i controlli nel territorio picentino, hanno tratto in arresto una persona già nota alle Forze dell’Ordine e sottoposta alla misura cautelare dell’obbligo di dimora per delitti contro la persona.

In particolare, nella serata del 29 maggio, i militari della Stazione di San Cipriano Picentino e della Sezione Radiomobile hanno tratto in arresto L.G., cl. 92, pluripregiudicato, residente a San Cipriano Picentino (SA), perché ritenuto responsabile di porto abusivo e detenzione illegale di pistola alterata.

Nel corso del servizio è scattato il controllo dell’arrestato che alla vista dei militari ha manifestato una particolare insofferenza tanto da indurre i carabinieri a procedere ad una accurata perquisizione personale e, successivamente, dell’abitazione in cui lo stesso vive in compagnia dei familiari.

Nel corso delle operazioni, è stata rinvenuta, nella sua disponibilità ma bene occultata all’interno di una stufa a legna, una pistola marca Bruni mod. 85 cal 8 mm, alterata, con relativo munizionamento.

A seguito del rinvenimento dell’arma, il giovane è stato arrestato e, su disposizione del P.M. di turno, Dott.ssa Katia Cardillo, trasferito presso la Casa Circondariale di Salerno Fuorni in attesa di convalida della misura pre-cautelare.