San Valentino Torio. Rientra la crisi politica ma è polemica

Strianese ha nuovamente una maggioranza, dopo settimane difficili. La sua maggioranza si ritorva e approva il bilancio

San Valentino Torio consiglio comunale
San Valentino Torio consiglio comunale

Strianese ha nuovamente una maggioranza, dopo settimane difficili. La sua maggioranza si ritorva e approva il bilancio preventivo al termine di un consiglio infuocato. Vastola rientra, come annunciato in conferenza stampa, non mancano attacchi dai banchi dell’opposizione nei suoi confronti, dopol’adesione al Pd. Nove i voti favorevoli, sette contrari e 1 astenuto. Un consiglio comunale al vetriolo: volano parole grosse tra maggioranza e opposizione.

Tengono scena il duo Giudice – Russo che provovando il disappunto del sindaco Michele Strianese. Nunzio Giudice mette in evidenza la vicenda San Valentino Servizi, e parla delle nomine del Cda.

Sull’approvazione del bilancio, Michele Strianese è chiaro: “Il Consiglio Comunale ha approvato stasera il bilancio di previsione con il voto della ritrovata maggioranza di governo. Ringrazio chi, nelle forze di minoranza, ha assunto responsabilità e dimostrato interesse per il paese. Ma ringrazio soprattutto i consiglieri di maggioranza che con passione, impegno e sacrificio stanno portando avanti il loro mandato, nonostante le problematiche quotidiane. Li ringrazio tutti per la fiducia che mi accordano per amore della comunità. Si sono dedicati anima e corpo al bene collettivo. Inizieranno, nelle prossime settimane, tanti lavori importanti per la riqualificazione del paese: strade, piazze, campo sportivo, parchi giochi, servizi sociali, sicurezza stradale, arredo urbano. Proseguiamo, inoltre, con la procedura di approvazione del Piano Urbanistico Comunale. Per lo sviluppo ed il lavoro. Non ci fermiamo. Andiamo avanti per essere giudicati dai cittadini. Da essi accetteremo tutti i giudizi. Mi dispiace per gli sciacalli che sono andati via senza il ferale pasto.
Hanno tramato contro di me e quindi contro il paese. Hanno provato a rendere il Comune ingovernabile e a sostituire il Sindaco e Presidente della Provincia con un Commissario Prefettizio. Hanno giocato alle spalle dei cittadini, in barba totale agli interessi della Comunità. Ci hanno provato. Gli è andata ancora male. Sarà per la prossima. Hasta la vista. Avanti per l’amore della mia città”, conclude Strianese.

L’opposizione dal canto suo attacca la maggioranza in particolare sulla crisi amministrativa e sulla San Valentino Servizi.

“Il rinnovamento sta nel fatto di nominare il fratello del cognato del sindaco nel CDA della San Valentino Servizi. – dichiara il consigliere di opposizione Nunzio Giudice – Sono 10 anni che denunciamo con il gruppo San Valentino Futura di mandare a casa Ettore De Vivo direttore della San Valentino servizi e Giovanni Padovano e siamo stati sempre attaccati dall’attuale maggioranza. Poi alla fine il sindaco si è svegliato e con grande ritardo è arrivato al punto di mandare via i due. In questa crisi, come avevo anticipato 4 anni fa, il “Puparo muove i fili e i Pupi si inginocchiano al suo volere”.

Massimiliano Russo afferma: “Una crisi politica che ha accompagnato in questi giorni, questo paese, non ha visto alcuna delucidazione e/o spiegazione dal Sindaco se non incalzato dal sottoscritto. Resta il dubbio del perché, di un repentino cambio di opinione del Presidente del Consiglio, oggi uomo del Pd. Credo altresì che questa maggioranza, politicamente sia vuota, priva di qualsiasi contenuto. La campagna elettorale è vicina e noi crediamo che vi sarà una sonora bocciatura della stessa. Il popolo giudicherà se interrompere questo ciclo o farlo proseguire. Noi siamo pronti ad amministrate con amore ed entusiasmo questa piccola, ma bella comunità. Lo scrive Punto Agro News