Scafati. All’ACSE manca la forza lavoro, è emergenza

La carenza di operatori, ACSE si accentua soprattutto con la poco florida situazione economica non consente al Comune di procedere con le nuove assunzioni

Scafati ACSE
Scafati ACSE

L’ACSE denuncia carenza di personale. La mancanza di lavoratori rischia di paralizzare tutte le attività dell’azienda speciale del comune. L’amministratore unico della società, Daniele Meriani, scrive “La Città”, avrebbe ancora una volta sollecitato i commissari prefettizi a trovare una soluzione all’anemica situazione della partecipata del comune. La costante riduzione dei lavoratori sta fortemente incidendo anche sulle principali attività portate dalla ACSE: dalla raccolta differenziata ai servizi cimiteriali e alla gestione dei parcheggi a pagamento.

La carenza di operatori, ACSE si accentua soprattutto con la poco florida situazione economica non consente al Comune di procedere con le nuove assunzioni. Particolarmente avvertita in città l’assenza degli operatori ecologici, infatti la raccolta rifiuti risulta penalizzata dalla carenza numerica dei lavoratori, obbligando quelli disponibili a fare gli straordinari per arginare l’emergenza.

Pensionamenti e mancate assunzioni incidono lateralmente. Varie le soluzioni prospettate e ancora inattuate: dalle assunzioni a tempo determinato, ai contratti di somministrazione, o anche distacco di risorse provenienti dal servizio civile. Problematiche che dovranno essere affrontate dalla prossima amministrazione comunale. La commissione, in effetti, si è impegnata ordinariamente a mantenere i conti in ordine, sottolineando a più riprese le difficoltà finanziarie in cui il comune versava al momento dello scioglimento per infiltrazioni camorristiche.