Scafati. Assessore Arpaia: il Sarno oggi è un killer silenzioso

Questione fiume Sarno nelle mani dell’assessore Alessandro Arpaia, già consigliere comunale, portavoce di Fdl a Scafati. Per Arpaia deleghe problematiche e pesanti su tematiche molto sentite dai cittadini scafatesi

Alessandro Arpaia
Alessandro Arpaia

Questione fiume Sarno nelle mani dell’assessore Alessandro Arpaia, già consigliere comunale, portavoce di Fdl a Scafati. Per Arpaia deleghe problematiche e pesanti su tematiche molto sentite dai cittadini scafatesi: Sanità, Cultura, Fiume Sarno, Biblioteca e Lavori Pubblici. “Lavorerò affinché venga riattivato il Registro Tumori. Scientificamente non abbiamo ancora dimostrato il nesso tra l’aumento delle patologie tumorali in alcune zone e l’inquinamento di to del Sarno – dice – ma da medico di Pronto Soccorso so bene che esiste una relazione, e che le malattie oncologiche colpiscono prevalentemente i giovani. Il Sarno oggi è un killer silenzioso” ha dichiarato l’assessore medico a Metropolis.

Arpaia pensa al censimento degli scarichi abusivi nel fiume Sarno e i suoi affluenti. Arpaia si dice pronto a incontrare e fare sinergia con le associazioni e i comitati che in questi anni di assenza della politica eletta si sono impegnati tantissimo. Sul Pronto Soccorso, Arpaia ha in mente di fare rete con i “colleghi” dell’ospedale di Nocera Inferiore. Il neo assessore apre anche alla minoranza con una proposta di collaborazione vera e propria. “Nella minoranza vi sono uomini che possono dare molto a questa amministrazione, al di là degli steccati ideologici. Vi sono professionalità che bisogna coinvolgere perché tematiche come Ospedale e fiume Sarno hanno bisogno di un fronte comune. Ad esempio penso al dottor Alfonso Carotenuto, eletto all’opposizione con Scafati Moderata” dice a Metropolis.