Angri. Dopo il blitz: previsti lavori di somma urgenza al cimitero

Saranno stabiliti lavori di somma urgenza da eseguire entro i prossimi giorni. Allo studio anche un piano di gestione della struttura cimiteriale

Angri cimitero discarica
Angri cimitero discarica rifiuti speciali

Il blitz dei Carabinieri al cimitero ha risvegliato l’amministrazione comunale Ferraioli. Immediata l’attivazione degli uffici di competenza per ovviare a tutte le annotazioni fatte dai militari dell’arma della locale stazione coordinati dal comandante Alessandro Buscema dopo l’ispezione all’interno del camposanto. Saranno stabiliti lavori di somma urgenza da eseguire entro i prossimi giorni. I controlli alla sala mortuaria, alle zone pericolanti, alla discarica del lato nord e all’impianto elettrico diventano oggetto di lavori previsti ma mai iniziati.

Allo studio anche un piano di gestione della struttura cimiteriale che potrebbe passare completamente in competenza all’azienda Speciale Angri Eco Servizi che già si occupa dell’ordinario all’interno del perimetro santo, una scelta pensata pure per migliorare il servizio e, soprattutto limitare i costi, che restituirebbero il giusto decoro ai defunti. Il piano di recupero passa per gli uffici dell’UOC di competenza affidata da alcuni mesi all’ingegnere Flavia Atorino. Nella giornata di martedì i militari hanno posto sotto sequestro preventivo l’ossario, il lavatoio per le ossa e la discarica dei rifiuti speciali dove da circa un anno sono accumulati i resti di tombe, bare e indumenti dei feretri esumati. L’area deve essere posta necessariamente in sicurezza e bonificata.

Il perimetro delimitato per le operazioni di scarico dei rifiuti speciali non è provvisto di filtri d’accesso ne d’idonei contenitori per recepire indumenti e vestiario delle salme esumate. Anche l’obitorio e la cella frigorifero sono stati attenzione di attente verifiche e prescrizioni da parte dell’ASL che ha dato precise e imprescindibili indicazioni per adeguare igienicamente il luogo di permanenza temporanea dei feretri.

Il sindaco Ferraioli ha recepito le gravi carenze riscontrate dalle verifiche dei Carabinieri “Sono cosciente della situazione che si vive nel cimitero comunale” afferma il primo cittadino. Una presa d’atto necessaria dopo i controlli alla struttura di Via San Gennaro da tempo nell’occhio del ciclone. “Le ispezioni dei carabinieri – continua il sindaco Ferraioli – hanno accelerato i processi economici utili ad autorizzare i lavori necessari, conosciuti e da tempo inseriti nell’elenco degli interventi da effettuare con urgenza. Adesso provvederemo a risolvere le urgenze, nel frattempo abbiamo affidato alla nostra azienda speciale, lo studio per la verifica delle condizioni per affidargli la gestione complessiva del cimitero”.
Luciano Verdoliva