Angri. Sul social il sindaco chiarisce i piani delle opposizioni

Il sindaco Cosimo Ferraioli pubblica sul social il lungo pezzo del suo intervento in assise cittadina per dare chiare risposte ai consiglieri delle opposizioni

Cosimo Ferraioli
Cosimo Ferraioli

“Non sono mai offensivo nei confronti dell’avversario”. Un’educazione istituzionale contraddistingue l’intervento del sindaco Ferraioli in consiglio comunale e risponde agli spezzoni video dei suoi oppositori con le stesse modalità. Il sindaco Cosimo Ferraioli pubblica sul social il lungo pezzo del suo intervento in assise cittadina per dare chiare risposte ai consiglieri delle opposizioni che maramaldeggiano lanciando semplicemente invettive alla sua persona.

Scorrettezza informativa. “In tanti mi avete chiesto perché non ho fatto alcun intervento in consiglio comunale. In realtà qualcuno tra quelli presenti in consiglio comunale a riprendere, (una piccola emittente locale n.d.r.), ha pensato bene di pubblicare, ovviamente senza oneri a carico del Comune, solo una parte del consiglio comunale che, per puro caso, non riporta il mio intervento, sebbene la pubblicazione avvenga dichiarandone la sua integralità. Ho allora ritenuto utile pubblicare – scrive Ferraioli – lo stralcio del mio intervento dal quale è possibile comprendere quali sono i motivi per cui non ci siamo presentati il 20 maggio”. Ferraioli aggiunge di volere fare chiarezza su alcuni punti: “La verità sulla questione ex MCM, la verità sulla questione “pubblica illuminazione” e cosa abbiamo fatto in questi quattro anni per la città”.

Il sindaco è molto caustico sulla “melina politica” che si è creata nell’ultimo anno: “Se perdiamo i primi quattro anni a fare quello che gli altri che ci hanno preceduto non hanno fatto è chiaro che poi ci vogliono altri cinque anni per attuare un programma elettorale”. Sullo stato finanziario dell’ente Ferraioli rimarca che “non è stato fatto nessun piano di riequilibrio quindi significa che i conti sono solidi”.

Sul PUC è ancora più diretto. “Il PUC è stato licenziato da questa amministrazione sulla loro predisposizione con l’approvazione del progetto preliminare. Abbiamo fatto il PUC che loro avevano pensato e li abbiamo invitati a votarlo ma vanamente. Tre anni per fare il PUC più cinque persi dalla precedente amministrazione diventano otto”.

Sulla riqualificazione del campo sportivo dice: “Stesso discorso vale per lo stadio, cinque anni non sono bastati all’amministrazione Mauri per realizzarlo. Lo abbiamo fatto noi con una nuova procedura, significa quindi che ne rivendichiamo la paternità” dice Ferraioli.

Sulla gestione ai privati della pubblica illuminazione Ferraioli precisa rivolgendosi a chi lo accusa con offese: “Io c’ero in quel consiglio comunale del 9 giugno del 2014. C’era anche il consigliere che oggi mi accusa di avere dato in gestione ai privati la pubblica illuminazione, insieme al sindaco di allora (Mauri n.d.r.) votarono una delibera che dava in gestione l’impianto di pubblica illuminazione all’esterno del comune, quindi al privato, e significa che non abbiamo fatto niente di nuovo, anzi noi facendo un recall, abbiamo quantizzato i consumi dell’energia e stimato l’affidamento. Loro avevano fatto un affidamento di 447mila euro annui per nove anni per un totale di 5 milioni e mezzo. Presa la calcolatrice in ventitré anni esce lo stesso importo che abbiamo preposto noi”.

Area EX MCM. Il sindaco quindi sostiene con vigore che sia soltanto “Una questione politica, si cerca solo il numero per la sfiducia. “Si disprezza la volontà del popolo eletto come lo è anche per l’area ex MCM. Chi ha approvato il progetto quattro anni fa e destinatario di una nota che inviata a verificare se ci fossero le condizioni storiche non l’ha fatto e ora non può pretendere il mio impegno rispetto alla precedente visione progettuale che non ho mai condiviso. La nostra azione non si ferma, nonostante c’è chi rema contro la propria che è anche la nostra comunità, faremo di tutto per rendere Angri una città migliore”, chiosa.

Luciano Verdoliva

Qui l’intervento video
https://www.facebook.com/cosimo.ferraioli/videos/2888671147839649/