Ballottaggio. Nessun apparentamento a Scafati, Pagani e Sarno

In nessuno dei tre comuni sono stati registrati apparentamenti ufficiali. Le coalizioni in campo si ripresentano agli elettori come al primo turno

Elezioni 2019. Comuni Voto
Elezioni 2019. Comuni Voto

Pochi giorni al momento decisivo per il turno di ballottaggio a Scafati, Pagani e Sarno. In nessuno dei tre comuni sono stati registrati apparentamenti ufficiali. Le coalizioni in campo si ripresentano agli elettori come al primo turno. Armi affilate e ultimi confronti tra i sindaci.

A Pagani è ballottaggio domenica prossima tra Alberico Gambino e il sindaco uscente Salvatore Bottone. Gambino, candidato espressione della coalizione di centrodestra, è stato già primo cittadino di Pagani ed è attuale consigliere regionale, rappresentante dell’area Fitto in Fratelli d’Italia. Gambino solo per poche centinaia di voti ha sfiorato la vittoria al primo turno, raggiungendo il 49,04 per cento. Fermo al 25,73 per cento, invece, il candidato Salvatore Bottone (Pd), sindaco uscente. I due si confronteranno mercoledì alle 20,45 online su www.agro24.it e sulla pagina social della testata giornalistica diretta da Tiziana Zurro.

A Scafati, comune commissariato per camorra dopo l’inchiesta della Dda di Salerno “Sarrastra” che ha coinvolto l’allora sindaco Pasquale Aliberti (Fi) si contenderanno la fascia il candidato di Fratelli d’Italia, Cristoforo Salvati e Michele Russo, a capo di una coalizione di centrosinistra. Hanno rispettivamente conseguito al primo turno le percentuali del 21,06% e del 28,45%.

A Sarno il turno di ballottaggio vedrà contrapposti Giuseppe Canfora e Giovanni Cocca. Canfora, già presidente della provincia di Salerno dal 2014 al 2017 e sindaco uscente, potrà contare sull’appoggio del PD, delle forze di centrosinistra e delle civiche. Canfora al primo turno ha ottenuto il 44,06 per cento dei voti. Cocca, invece, ha conquistato il 31,70 per cento.