S.Antonio Abate. Eredità per la collettività. Il congedo di Varone

Il sindaco uscente della cittadina abatese Antonio Varone prima di lasciare la sua carica ha firmato l’ultimo rendiconto finanziario del Comune che ha amministrato per 10 anni

Antonio Varone
Antonio Varone

Varone. Il sindaco uscente della cittadina abatese Antonio Varone prima di lasciare la sua carica ha firmato l’ultimo rendiconto finanziario del Comune che ha amministrato per 10 anni. “Si evince che lasciamo alla nuova Amministrazione un Comune con una situazione economica/finanziaria solida, con ben euro 16.501.510,71 in cassa” dice Varone.

L’ormai ex sindaco ci tiene ad elencare la sua “eredità”: “Al di là di tutte le opere realizzate in questi lunghi 10 anni e dei tanti servizi erogati alla cittadinanza, lasciamo alcuni progetti e finanziamenti importanti in corso che porteranno al paese ancora tanti risultati, grazie all’operato della mia Giunta e del mio gruppo consiliare. Tra i quali voglio evidenziare i seguenti:
– € 3.194.982,00 per ristrutturazione e adeguamento sismico e riqualificazione energetica della Scuola Buonconsiglio, di cui € 2.936.000,00 finanziati dal MIUR;
– € 1.335.042,02 per ristrutturazione e adeguamento sismico e riqualificazione energetica della Scuola Cesano, interamente finanziati dal MIUR;
– Abbiamo un progetto definitivo approvato e finanziabile, che riguarda la ristrutturazione e adeguamento sismico e riqualificazione energetica della Scuola Casa D’Auria;
– € 1.900.000,00 circa, già chiesti ufficialmente alla Città Metropolitana di Napoli, per finanziare i progetti di riqualificazione scuole Casa Russo, Pontone e Salette e per la valorizzazione dell’antica strada romana scoperta in piazza Don Mosè Mascolo e per l’avvio dei lavori del secondo lotto funzionale del progetto piazza.
– € 1.000.000,00 per il restauro e la valorizzazione di Villa Cuomo, interamente finanziati dal Ministero dei Beni Culturali;
– € 110.000,00 per progetto realizzazione Parco Consan, interamente finanziato e già in fase di realizzazione;
– Acquisizione area nei pressi della Chiesa del Buonconsiglio, per la quale bisogna solo attivare la ditta, già individuata tramite procedura di gara, per procedere all’abbattimento delle strutture esistenti;
– E’ in arrivo dalla Regione Campania, ulteriore attrezzatura, comprese le compostiere di comunità, per continuare a migliorare la raccolta differenziata, che a maggio ha raggiunto il 78%, grazie anche all’impegno dei nostri cittadini;
– Abbiamo a disposizione, sempre dalla Regione Campania, n. 25 persone da impiegare, ai fini del miglioramento della raccolta differenziata, fino a marzo 2020;
– Abbiamo un’isola ecologica sempre più efficiente, che continua a registrare numeri record e apprezzamenti da tutti gli addetti ai lavori, per l’efficacia e la buona gestione della stessa, grazie anche agli incentivi che abbiamo continuato ad erogare ai cittadini che conferiscono i loro rifiuti presso il centro di raccolta;
– Abbiamo un progetto approvato e finanziabile, che riguarda la possibilità di realizzare una tensostruttura nei pressi della scuola Cesano, che darebbe finalmente una palestra ai bambini che la frequentano e un’ulteriore struttura a servizio delle eccellenti associazioni sportive abatesi;
– Continuano i lavori per l’efficientamento della pubblica illuminazione, di miglioramento delle reti idriche e fognarie e i conseguenti lavori di riasfalto, tra i quali via Roma e a seguire via Santa Maria la Carità;
– Dopo la realizzazione della prima casetta dell’acqua in via Lettere, che tanto successo sta riscuotendo in termini di fruizione del servizio, è stata già installata la seconda casetta in zona Consan, che sperò al più presto la nuova Amministrazione decida di attivare;
– Stanno finalmente volgendo al termine, i lavori di realizzazione del primo lotto della nostra Piazza Don Mosè Mascolo, uno spazio che darà lustro a tutta la nostra comunità e che darà l’opportunità ai nostri cittadini di vivere quegli spazi, soprattutto in occasione di eventi che già iniziano a realizzarsi;
– Il Piano Urbanistico Comunale orami è in vigore e iniziano ad arrivare all’ufficio tecnico le prime istanze e sta iniziando il grande lavoro che spetterà ai tecnici del nostro paese, che dovranno supportare i nostri cittadini in questo percorso che vedrà il nostro paese, crescere dal punto di vista urbanistico, lavorativo e di conseguenza sociale”.

Varone conclude: “Lasciamo alla nuova Amministrazione un quadro economico e una progettualità da cui poter partire e operare nel prossimo futuro. Con questo spirito, auguro un buon lavoro e ringrazio la comunità abatese per avermi concesso, per questi 10 anni, l’onore e l’onere di rappresentarla. Ringrazio, altresì, le donne e gli uomini della mia squadra di Governo, con i quali ho condiviso anni bellissimi e che porterò sempre nel mio cuore”.