Sant’Egidio. Inizia il dopo Carpentieri. L’iniziativa di Marrazzo

La prospettiva urne ha subito animato i primi incontri politici. Uno di questi sarebbe stato promosso dal consigliere Comunale di minoranza Franco Marrazzo

Francesco Marrazzo
Francesco Marrazzo

Il dopo Carpentieri sembra essere già iniziato. Primi movimenti politici in città dopo l’affermazione elettorale di Alberico Gambino nella vicina Pagani. La vittoria di Gambino porterà, salvo clamorose sorprese il sindaco Carpentieri, a occupare un seggio in consiglio regionale. Una condizione che lo porterà certamente ad abbandonare la carica di sindaco portando la città nuovamente in anticipo al voto.

La prospettiva urne ha subito animato i primi incontri politici. Uno di questi sarebbe stato promosso dal consigliere Comunale di minoranza Franco Marrazzo, che ha chiamato a raccolta un nutrito gruppo di persone, professionisti, giovani e rappresentanti di associazioni del territorio e qualche volto già noto alla vita politica cittadina. Alla “chiama” era presente anche il consigliere comunale Mario Cascone. Tanti i temi di discussione per dare nuovo slancio alla vita della città: dal turismo religioso, alla mancanza di vivibilità delle tre frazioni alla necessità di svolta nella gestione della macchina comunale. È emersa soprattutto una grande volontà di cambiamento coniugata all’entusiasmo che i presenti hanno letto tra le righe di questa prima iniziativa.

L’incontro fa da apripista per un ragionamento più articolato e complesso che gli attori stanno mettendo in campo; non è da escludere che nei prossimi giorni possano seguire altre riunioni del genere. Incontri che potrebbero evidenziare ancora di più le linee programmatiche sulle quali lavorare quando la città sarà chiamata al voto per il dopo Carpentieri. “Partiamo dalle idee per arrivare alle persone. Abbiamo chiarito di essere aperti al dialogo se finalizzato esclusivamente alla promozione e alla rinascita di Sant’Egidio” dice il consigliere Franco Marrazzo.