Agro – Il vescovo bacchetta i sacerdoti: “Datevi una regolata”

Il vescovo bacchetta i sacerdoti su feste e processioni che poco avrebbero a che fare con il senso religioso

Il vescovo della diocesi Nocera inferiore – Sarno, Monsignor Giuseppe Giudice, bacchetta i sacerdoti su feste e processioni che poco avrebbero a che fare con il senso religioso sfociando troppo spesso in folclore .

Una strigliata a tutti i parroci e Monsignor giudice è pronto a correre ai ripari riservandosi di autorizzare o meno alcuni eventi.

Il vescovo che nel corso degli anni ha sempre dimostrato tanta apertura al dialogo ma anche il pugno duro, stavolta ha toni più che mai decisi

“E’ tempo di darsi una regolata – ha tuonato in una lunga nota inviata a parroci, rettori dei santuari, ai superiori ed alle superiore delle case religiose. Devo far notare con un certo disappunto che le nostre feste religiose e le nostre processioni stanno prendendo una deriva non buona, mentre vengono puntualmente disattese le norme del sinodo diocesano , della conferenza episcopale campana e di tanti interventi miei scritti ed orali su questo argomento.

“Si ha l’impressione – continua la nota – che ognuno vada per conto suo e si faccia a gara a chi spara di più, in tutti i sensi, emulando non nel meglio, ma nelle cose peggiori e sfiorando a volte l’illegalità. Tanta gente buona e onesta facendomi pervenire lamentele e sollecitazioni, è preoccupata del mondo in cui le nostre feste sono condotte facendo notare anche il rischio che esse siano gestite da persone non sempre in sintonia con la chiesa. E’ tempo di darsi una regolata, prima he sia troppo tardi.

Monsignor giudice annuncia che dal prossimo 1 settembre rilascerà personalmente i permessi delle processioni e delle feste dopo colloquio con il parroco ed il comitato festeggiamenti e l’analisi di manifesti e delle spese