Angri, S.Egidio e S.Antonio Abate: bruciano le sterpaglie

Piccoli roghi che puntualmente ogni mattina vengono alimentati incontrollatamente nelle varie zone delle cittadine, nonostante vige il divieto della Polizia Locale

Incendio sterpaglie
Incendio sterpaglie

Bruciano sterpaglie. Un incontrollato mal costume che si consuma, senza sosta, nelle prime ore del giorno. Risveglio tra fumi per gli abitanti delle zone periferiche comprese tra Angri e Sant’Egidio del Mote Albino e Sant’Antonio Abate. Una densa nube di fumo invade particolarmente l’area pedemontana dei paesi. Una densa nube di fumo alimentata da piccoli focolari alimentati da incendi di sterpaglie staziona nell’aria.

Piccoli roghi che puntualmente ogni mattina vengono alimentati incontrollatamente nelle varie zone delle cittadine, nonostante vige il divieto della Polizia Locale. A incoraggiare questo tipo di reato è proprio una capillare mancanza di controllo sul territorio nelle ore notturne e nella mattinata presto che incentiva l’alimentazione dei roghi.