Angri – Sigarette di contrabbando dalla Bulgaria all’Italia: cinque persone nei guai

Finiscono a processo, attraverso il rito immediato, con l' accusa di contrabbando

Guardia di Finanza
Guardia di Finanza

Avevano trasportato otto tonnellate e mezzo di sigarette di contrabbando all’ interno di 957 scatole di cartone e con un autocarro dalla Bulgaria all’ Italia, fino alla logistica individuata in un deposito di Angri.
Cinque persone (due della provincia napoletana, una terza persona di nazionalità greca e due dell’ Europa dell’ Est) finiscono a processo, attraverso il rito immediato, con l’ accusa di contrabbando così come chiesto dalla Procura di Nocera Inferiore.

L’ operazione, lo scorso 9 giugno, è stata condotta dalla Guardia di Finanza di Nola, che aveva notato in una strada di Nocera Inferiore, un fare sosteppo di tre persone a dordo di due auto, e di un autoarticolato.
L’azione delle fiamme gialle aveva portato a scoprire all’interno del camion il carico di sigarette occultato in mezzo a prodotti ittici. Una seconda perquisizione nei riguardi dei cinque soggetti aveva permesso agli inquirenti di sequestrare telefoni cellulari, soldi in contanti e dei mazzi di chiavi.