Nocera Inferiore – Avvocato contro avvocato. L’imputata chiede i danni

Un avvocato, avrebbe chiesto un risarcimento di oltre 3 milioni di euro

Nocera Inferiore tribunale
Nocera Inferiore tribunale

L’aveva difesa d’ufficio in un processo, per poi informarla dell’ esito e della possibilità di fare appello. Ma l’ imputata, un avvocato, le avrebbe chiesto un risarcimento di oltre 3 milioni di euro, accusandola di non averla informata dell’ assenza del decreto che disponeva il giudizio, né di quella difesa d’ ufficio. Finisce a processo con la richiesta di giudizio immediato – come racconta Il Mattino – un avvocato napoletano sospesa tempo fa per sei mesi dalla professione, per tentata estorsione.

Gli elementi per fissare il dibattimento saranno valutati dal gip. Secondo le accuse della procura, nel processo che la vide condannata a tre anni in primo grado per due tentate estorsioni, la donna era stata difesa d’ ufficio. Al termine, il legale che l’ aveva rappresentata, del foro di Nocera Inferiore, l’ aveva poi contattata per comunicarle l’ esito e la possibilità di fare appello.

Ma il legale napoletano l’avrebbe invece accusata di aver omesso una serie di circostanze, tra cui la sua difesa d’ ufficio, che le avrebbe impedito di nominare un avvocato di fiducia. Le aveva quindi chiesto un risarcimento di oltre 3 milioni di euro, preteso con l’ invio di diverse mail, che spinsero la collega di Nocera a sporgere denuncia. Per la procura, la vittima fu invece corretta e collaborativa, ritenendo «false» le accuse del legale napoletano.