Pagani: sicurezza stradale. Arriva l’interrogazione del consigliere Cesarano

E' stata presentata un'interrogazione consiliare relativa all’installazione di rallentatori di velocità nel quartiere palazzine

Gaetano Cesarano
Gaetano Cesarano

E’ stata presentata un’interrogazione consiliare relativa all’installazione di rallentatori di velocità nel quartiere palazzine( via Zito, via G. Mazzini, via Aufiero, via Roma ). A presentarla è stato il consigliere comunale Gaetano Cesarano, della lista civica Viviamo Pagani.

” A seguito di numerose segnalazioni pervenute, questa mattina ho presentato la seguente INTERROGAZIONE CONSILIARE.
Considerato e verificato che:
– la zona residenziale del quartiere palazzine è ad alta densità abitativa con la presenza costante in tutto l’arco della giornata di molti cittadini residenti e non che si riversano per le strade;
– durante la giornata circolano per le strade comunali di Via Zito, Via Roma, Via G. Mazzini e Via Aufiero, numerosi veicoli a velocità sostenuta (automobili, furgoni e moto), compresi gli autobus di linea, creando un possibile pericolo per i residenti;
– durante le ore notturne le suddette strade vengono utilizzate come piste da corsa.

Per tutto quanto esplicitato
Con la presente si chiede alle S.V. Ill. me, onde evitare che qualche bambino o persona adulta residente e non residente possa incorrere in qualche incidente, di intervenire celermente, approntando una serie di interventi sulle vie comunali sopra citate(Via Zito, Via Roma, Via G. Mazzini e Via Aufiero), che possono consistere nell’installazione di rallentatori di velocità, in particolare:
– attraversamento pedonale rialzato o dossi artificiali;
– rallentatori ad effetto acustico-vibratorio (bande sonore);
– rallentatori ad effetto ottico;
– dissuasori elettronici di velocità;
– segnaletica stradale verticale con indicazione del limite minimo di velocità consentita;
– segnaletica stradale orizzontale relativa agli attraversamenti pedonali eventualmente supportata con dispositivi retroriflettenti o luminosi.

In alternativa qualsiasi altro sistema da voi concepito, di controllo della velocità, al fine di ridurre il più possibile i rischi ed i pericoli per i cittadini residenti e non”.