Scafati. Torna la statua di Santa Maria Delle Vergini

In una gremita sala Don Bosco sono stati presentati alla città e ai fedeli i lavori di restaurazione che hanno tenuto lontano la sacra statua in legno, realizzata nel 1713

Scafati. Ritorna la Statua della Madonna
Scafati. Ritorna la Statua della Madonna

Terminati i lavori di restauro alla statua di Santa Maria Delle Vergini, la città di Scafati si prepara ad accogliere la sua Patrona che farà ritorno alla Chiesa Madre giovedì prossimo. In una gremita sala Don Bosco sono stati presentati alla città e ai fedeli i lavori di restaurazione che hanno tenuto lontano la sacra statua in legno, realizzata nel 1713, dal mese di dicembre scorso. Un’opera di restauro minuziosa, che ha riportato alla luce i colori originari di Santa Maria delle Vergini, così come fu scolpita dal suo autore oltre trecento anni fa, dietro commissione della Confraternita che portava già il suo nome. Costati poco più di 11 mila euro, interamente frutto delle donazioni spontanee dei fedeli. Un legame indissolubile quello tra la città di Scafati e la sua Patrona.

“Un’immagine davvero bella, molto dolce ed espressiva di una Madonna giovane, visibilmente incinta, che sotto al suo manto accoglici e offre protezione a due fanciulle, una ricca e una povera” ha detto la dottoressa Antonia Solpietro, storica dell’arte, dell’ufficio Beni Culturali della Diocesi di Nola, che ha coordinato i lavori di restauro, realizzati dalla mano esperta della restauratrice dottoressa Marilù Foglia. Presenti anche il parroco Don Giovanni De Riggi, e il cultore di storia locale dottor Sebastiano Sabbatino. Non esistono altre riproposizioni di Santa Maria Delle Vergini, unica nel suo insieme, proprio perché lo scultore nel realizzarla si ispirò certamente all’opera pia e caritatevole portata avanti della confraternita, impegnata nel dare sostegno alle giovani fanciulle dell’epoca.

Il convegno introduce l’arrivo della statua, previsto per giovedì 18 luglio, quando giungerà in piazza Vittorio Veneto per aprire ufficialmente il novenario di preparazione alla festa Patronale, al via il 26 luglio. A margine del convegno è stata inaugurata una mostra fotografica sulla “devozione degli scafatesi”. Una mostra realizzata da Sebastiano Sabbatino e Giovanni Fienga. Suggestiva la riproposizione dal vivo dell’immagine della Patrona, grazie alla tecnica del painting reality proposta dall’artista Assunta Barone.