Aggredito perchè rimprovera conferimento rifiuti su marciapiede

Si oppone al conferimento illecito di rifiuti e viene picchiato. Ha passato un brutto momento per un giovane che finisce al pronto soccorso dopo un aggressione

aggressione

Una difficile battaglia di civiltà. Si oppone al conferimento illecito di rifiuti e viene picchiato. Ha passato un brutto momento per un giovane di Volla, nel napoletano, che finisce al pronto soccorso. A darne notizia il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.

L’aggressione

“Siamo stati contattati dalla famiglia di un ragazzo – ha detto l’esponente politico – che, nella serata di giovedì, è stato violentemente aggredito a Volla dopo aver rimproverato delle persone che stavano sversando rifiuti sul marciapiede. Uno degli incivili si è avvicinato alla sua automobile, sulla quale viaggiava con la madre, e – in concorso con altri soggetti – lo ha aggredito fisicamente, con pugni, schiaffi e calci, rendendo necessario il ricorso alle cure ospedaliere. I medici gli hanno riscontrato contusioni, distorsioni e alcuni traumi. L’aggressione si è consumata a pochi giorni da un precedente episodio in cui la vittima aveva rimproverato un sodale dell’aggressore, probabilmente un parente, per lo stesso motivo. Il giovane, di origini napoletane ma residente all’estero per motivi di lavoro, ha denunciato il tutto alla polizia di Stato”.

Senza regole

Borrelli auspica l’intervento delle autorità competenti. “L’episodio – ha commentato – dimostra come inciviltà e atteggiamenti camorristici vadano a braccetto. Esiste un substrato della popolazione che è assolutamente avulso dalle regole del vivere civile sia sotto il profilo del rispetto delle regole sia dal punto di vista della pacifica convivenza col prossimo. Da parte nostra auspichiamo una severa punizione per i responsabili di questa aggressione, qualora le indagini confermino il contenuto della denuncia”. La notizia è stata riportata da “Il Giornale”.