Centro di raccolta rifiuti San Valentino Servizi: utilizzato come discarica

Il centro di raccolta rifiuti della San Valentino Servizi utilizzato come una discarica a cielo aperto, con cumuli di rifiuti a terra in violazione a tutte le leggi ambientali

San Valentino Servizi
San Valentino Servizi

Il centro di raccolta rifiuti della San Valentino Servizi utilizzato come una discarica a cielo aperto, con cumuli di rifiuti a terra in violazione a tutte le leggi ambientali. Un tempo la San Valentino Servizi era un vero e proprio fiore all’occhiello dell’intero Agro, oggi si è trasformato in vera e propria discarica. Uno scempio denunciato dal consigliere di opposizione Massimiliano Russo.

“Non è ancora iniziata l’emergenza rifiuti e il centro raccolta di San Valentino Torio è già in condizioni pietose: cosa succederà in piena emergenza e con il termovalorizzatore di Acerra chiuso? Si chiede Russo. “Il Sindaco ignora o fa finta di ignorare le Leggi ambientali. In entrambi i casi è cosa estremamente grave”. – dichiara Massimiliano Russo – Il Centro di raccolta così come disciplinato dal D.M. 8 aprile 2008, deve essere dotato di appositi contenitori, al tal uopo destinati a contenere i rifiuti, distinti per categorie omogenee, derivanti dalla raccolta differenziata. Ciò che ho garbatamente ed educatamente evidenziato nella mia denuncia tramite social, è qualcosa che va oltre ogni normale situazione di tollerabilità, sia per la salvaguardia della salute pubblica che dei lavoratori addetti alla raccolta, i quali fanno e soprattutto danno il massimo. Rifiuti di ogni specie non posti in appositi contenitori, rifiuti tessili, rifiuti Raee non coperti, e chi più ne ha più ne metta. Il centro di raccolta a mio avviso, è diventato una discarica abusiva a cielo aperto. Voglio evidenziare che già più volte i Noe hanno posto sotto sequestro i centri di raccolta comunale proprio per una serie di irregolarità simili a quelle oggi riscontrate nella gestione del centro di raccolta comunale. Vedasi casi come Scafati (SA), Comune di Oriolo (CS), Monteforte San Giorgio (ME), San Marco in Lamis (BA) e molti altri ancora. Lo scempio a cui stiamo assistendo non si è visto nemmeno nei periodi di forte emergenza che ha attanagliato la nostra regione negli ultimi anni”.

Russo: “Il centro raccolta diventa discarica abusiva”
Il consigliere Russo, inoltre, definisce il centro di raccolta rifiuti una discarica abusiva “Dicevo abusiva perchè, – spiega Russo – a quanto pare, ad oggi risulta scaduta e non ancora rinnovata l’autorizzazione della San Valentino Servizi sia per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti, che del centro di raccolta. Infatti, basta verificare sul sito dell’albo nazionale Gestori Ambientali al presente link https://www.albonazionalegestoriambientali.it/Public/ElenchiIscritti# e risulta, inserendo il codice fiscale della San Valentino Servizi, che la stessa, non è attiva. Allora mi chiedo, Sindaco (responsabile della salute pubblica della nostra comunità ) questo è il modo di garantire un servizio pubblico essenziale ed importante come la raccolta dei rifiuti? Quale decoro per la nostra comunità in queste condizioni pietose??? Se l’autorizzazione è scaduta e non rinnovata, come fa la San Valentino servizi a gestire il servizio? Come fanno gli impianti di destinazione ad accettare i rifiuti?? Inoltre, chiedo al Sindaco: Chi è ad oggi, il responsabile tecnico per la gestione di rifiuti, con i requisiti di cui al D.M. n. 120/2014?”

Dunque, nel centro di raccolta non possono essere riposti i rifiuti a terra ma solo in appositi contenitori ed avviati in discarica, poiché non è un sito di stoccaggio dei rifiuti ma solo un sito per la immediata e successiva trasferenza agli impianti. Ci sono norme ben precise che stabiliscono le regole di stoccaggio.

Russo chiede le dimissioni del sindaco Strianese
“Mai così in basso, nemmeno nei periodi di forte emergenza – continua Russo – San Valentino Torio era il fiore all’occhiello dell’Agro sarnese – nocerino per la gestione dei rifiuti. Per tutto quello che sta succedendo chiederemo, come opposizione, un consiglio comunale monotematico e chiederemo le dimissioni del Sindaco. Non è pensabile che con l’alto tasso di malattie tumorali in Regione Campania e San Valentino Torio non è da meno possa capitare tutto questo. Con le alte temperature di questi giorni e la puzza nauseadonda mi preoccupo in qualità di genitore prima e di politico poi per cercare di salvaguardare la salute pubblica dei nostri figli”.