Pagani. Scuole pronte per il suono della prima campanella

La macchina organizzativa è già in moto. Oltre ai servizi scolastici, già previsti, in cantiere anche alcune opere dia adeguamento e manutenzione straordinaria dei plessi

Annarosa Sessa
Annarosa Sessa

Avviamento dell’anno scolastico in città. L’assessore delegato Anna Rosa Sessa ha già avuto modo e contezza della situazione delle scuole alla viglia del suono della campanella prevista per la prima decade di settembre. Sessa ha avuto già un primo incontro con i dirigenti scolastici delle scuole cittadine e si appresta ad averne un secondo più operativo. La macchina organizzativa è già in moto. Oltre ai servizi scolastici, già previsti, in cantiere anche alcune opere dia adeguamento e manutenzione straordinaria dei plessi che ospitano le istituzioni scolastiche. Inizieranno presto i anche lavori per l’adeguamento del nuovo asilo nido comunale individuato in Via Mangioni. A valutare le condizioni del rischio sismico sarà l’ex vice sindaco e ingegnere Attilio Elettore.

Manutenzione ordinaria e straordinaria

“Abbiamo già avviato una serie di percorsi per la manutenzione straordinaria la scuola Don Milani che sarà interessata dall’efficientamento energetico, saranno installati dei pannelli solari” dice l’assessore delegato Sessa. Inizieranno presto i lavori per l’adeguamento del nuovo asilo nido comunale in Via Mangioni. A valutare le condizioni del rischio sismico sarà l’ex vice sindaco e ingegnere Attilio Elettore.

Pronti per la campanella

Scuole anche a prova d’intemperie: “Siamo partiti – continua Sessa – con la gara d’appalto per il rifacimento degli infissi interni ed esterni della scuola San Giuseppe Artigiano grazie ad un finanziamento di 64mila euro del Miur e nel frattempo abbiamo installato, grazie all’intervento del proprietario della struttura, al plesso di via Mangioni, la copertura che mancava da tempo e il tappeto antiscivolo. C’è anche un’altra bella notizia per gli allievi e genitori della scuola elementare Rodari, stiamo lavorando affinché vengano installate prima dell’inizio dell’anno scolastico le coperture sulle scale laterali. Insomma tanto fermento e lavoro perché, appunto, le scuole sono una priorità e i bambini rappresentano il futuro e non lo diciamo per retorica e quindi verso di loro dobbiamo riservarci la massima tutela”.
Luciano Verdoliva