Piano sosta in città: in una mozione le proposte di Insieme per Scafati

Piano parcheggi, proposta di modifica. I consiglieri comunali di opposizione della gruppo civico “Insieme per Scafati” hanno protocollato una mozione che verrà discussa nel prossimo Consiglio comunale

Insieme per Scafati
Insieme per Scafati

Piano parcheggi, proposta di modifica. I consiglieri comunali di opposizione della gruppo civico “Insieme per Scafati” hanno protocollato una mozione che verrà discussa nel prossimo Consiglio comunale. “Abbonamenti più vantaggiosi per gli anziani, sosta gratis nei primi quindici minuti, e inserimen­to delle strisce rosa per le donne incinte”. Una proposta calibrata sulla sosta cittadina per il servizio “più equo, meno gravoso economicamente per i cittadini, più utile per le attività commerciali”.

I dettagli della mozione

Nel contenuto della mozione protocollata i consiglieri chiedono: “Che i cittadini non paghino la sosta nel proprio quartiere di residenza. Soprattutto per le fasce più deboli – che tenden­zialmente non hanno un ga­rage privato – il costo dell’ab­bonamento rappresenta una tassa indiretta esosa ed iniqua; che nelle aree com­merciali venga contemplata la “sosta di cortesia”, e cioè 15 minuti di sosta gratis per coloro che devono svolgere piccole commissioni. Altri­menti si favoriscono solo le grandi catene commerciali dei paesi limitrofi; che ven­gano introdotte le “strisce rosa”, e cioè aree riservate, con sosta gratuita, per le donne incinte e le giovani madri, nei pressi di asili nido, scuole materne, farma­cie, etc.; che vengano rila­sciati abbonamenti a costo molto ridotto (10 euro mensi­li, 100 euro annuali) per gli iscritti ai centri anziani, in particolar modo presso Piazzale Aldo Moro; che la sosta a pagamento torni a essere prevista in una fascia oraria che va dalle 9.00 alle 20.00, favorendo così chi accompa­gna i propri figli a scuola e le attività commerciali”.

L’appello all’amministrazione

Per il gruppo consiliare sono delle proposte semplici, dirette facilmente applicabili. L’appello all’amministrazione Salvati. “Speriamo che la maggioranza consiliare e la Giunta votino con noi queste proposte: nell’interes­se e per il bene comune di tutta la città” affermano i consiglieri del gruppo.