S.Marzano sul Sarno. Approvato il nuovo piano commerciale

Il nuovo piano che è integrato con il Puc, altro strumento urbanistico fondamentale, elaborato con non poco impegno da parte dell’Amministrazione Annunziata

Marco Iaquinandi
Marco Iaquinandi

SIAD, il Consiglio Comunale su proposta dell’assessore al Sviluppo Economico Marco Iaquinandi ha approvato il piano commerciale integrato al Puc. Nuove opportunità e rilancio delle attività commerciali e dei servizi per il territorio comunale. Un centro commerciale naturale per il centro storico con agevolazioni e sconti tariffe oltre alla possibilità di nuovi insediamenti di strutture medio grandi e la qualificazione del mercato settimanale con il suo trasferimento con l’istituzione di due nuove aree mercatali specializzate. La soddisfazione dell’Assessore Marco Iaquinandi: “Si è concluso un percorso significativo di studio e ricerche per ridare slancio alle attività produttive con nuove opportunità e una migliore organizzazione anche per le piccole attività commerciali e insediamenti nel centro storico e per le diverse aree del nostro territorio.

Diverse soluzioni per il nuovo piano che è integrato con il Puc
Il nuovo piano che è integrato con il Puc, altro strumento urbanistico fondamentale, elaborato con non poco impegno da parte dell’Amministrazione Annunziata per la cittadina e approvato dalla Regione, prevede diverse soluzioni. Dalla rimodulazione delle aree mercatali, come per la delocalizzazione del mercato settimanale da Via Berlinguer a due aree in Via Gramsci, adiacenti il campo sportivo, per meglio rispondere agli obblighi e prescrizioni igienico – sanitarie e con nuovi servizi. Il Siad prevede anche l’istituzione di due ulteriori mercati specializzati, uno in Piazza Amendola e l’altro nel parcheggio di Via Turati. Particolarmente attenzionato il centro storico con un progetto di riqualificazione della rete di vendita, istituendo un centro commerciale naturale, favorendo la concentrazione di esercizi di vicinato e di artigianato, il cambio di destinazione d’uso agli immobili esistenti, il recupero dei locali sottostradali ed una deroga alle altezze, compatibile con le regole urbanistiche e del Puc.

Il commento dell’assessore Iaquinandi
“In questo modo possono essere intercettati anche contributi e fondi pubblici previsti oltre ad aumentare le agevolazioni che abbiamo già concesso con l’esenzione per due anni della Tari per le nuove attività e la riduzione al 50% della Cosap, la tassa di occupazione suolo per i dehors esterni – commenta l’Assessore Iaquinandi – E’ stato approvato uno strumento adeguato alle prescrizioni urbanistiche e innovativo che potrà senz’altro offrire un contributo ulteriore e sostegno al nostro tessuto produttivo e di servizi che va tutelato, salvaguardato e qualificato. Abbiamo creato uno strumento che dà la possibilità a chi voglia investire nel nostro territorio di avere certezze nei regolamenti, agevolazioni ed incentivi per l’insediamento di nuove attività.”