Sarno. Ambiente. Rifiuti pericolosi lungo il fiume: si indaga

I controlli effettuati qualche giorno fa hanno consentito di accertare e documentare lo stato di abbandono e degrado di un'area sita in Via san Valentino

Fiume Sarno rifiuti
Fiume Sarno rifiuti

Prosegue senza sosta l’impegno a tutela del territorio da parte del Parco Regionale del Fiume Sarno in collaborazione con le Guardie Giurate Ambientali Accademia Kronos del Nucleo Provicniale di Salerno. I controlli effettuati qualche giorno fa hanno consentito di accertare e documentare lo stato di abbandono e degrado di un’area sita in Via san Valentino a poca distanza dal mercato ortofrutticolo.

I rifiuti speciali
In sede di accertamento è infatti emersa la presenza di ingenti quantitativi di rifiuti speciali pericolosi (eternit, guaine bitumose, contenitori di fitofarmaci) ma anche speciali non pericolosi (inerti di origine edilizia, materiali plastici, vaschette in polistirolo, rifiuti ferrosi, beni durevoli dismessi) abbandonati lungo l’argine e nell’alveo del Rio Santa Marina. Una situazione resa ancora più grave dal loro sistematico incendio da parte di criminali senza scrupoli che distruggono un bene comune per ignoranza e mancato rispetto delle Regole del buon vivere.

L’impegno dell’amministrazione
Una circostanza ancora più grave se si pensa all’impegno dell’Amministrazione e della Sarim che effettuano il ritiro porta a porta proprio per contrastare tale fenomeno. Immediata la denuncia dell’Ente Parco alla Autorità Giudiziaria al fine di poter attiviare ulteriori e più puntuali controlli finalizzati ad identificare i responsabili di tale scempio ma, anche i titolari dei fondi agricoli limitrofi. Si ringraziano tutti i cittadini per le numerose segnalazioni.