Scafati. Il Sindaco va in vacanza. La città resta senza il suo timoniere.

Il periodo di meritato riposo è di circa tre settimane, dal 1 Agosto al 18.

Il sindaco va in vacanza. Sembra il titolo di un film e invece è la sintesi di una comunicazione protocollata al prefetto, a sua firma, che annuncia l’allontanamento provvisorio dalla città di Scafati.

Il periodo di meritato riposo è di circa tre settimane, dal 1 Agosto al 18. Periodo che vedrà il vicesindaco Peppino Fattoruso fare le sue veci per eventuali adempimenti e funzioni.

Nulla da condannare. Semplicemente in tanti, compresi alcuni consiglieri comunali di opposizione, hanno evidenziato le criticità del momento, non proprio adatto per pensare alle vacanze.

La polemica
Michele Grimaldi ha, infatti, dichiarato in un comunicato stampa che: “Mentre entro metà Agosto andrebbe inviata alla Corte dei Conti la relazione sul riequilibrio di bilancio, necessaria per scongiurare il dissesto; nel mentre siamo nel vivo della questione “Helios”, con ancora da accertare se sussistono i presupposti per emanare una ordinanza urgente e contingibile per bloccare le attività del sito; nel mentre a Settembre il termovalorizzatore di Acerra chiuderà per circa un mese, ed il nostro Comune dovrebbe utilizzare questo poco tempo rimastoci per predisporre un sito stoccaggio, impermeabilizzarlo, organizzare il drenaggio e prepararlo per ospitare i rifiuti per 40 giorni, il sindaco va in vacanza”.

Insomma una città allo sbando, con problemi di natura ordinaria (illuminazione e strade sporche), una nave che rischia di affondare, senza il suo timoniere.