Angri. Un polo di pronto intervento nell’ex asilo nido?

Nella struttura è stato anche immaginato un possibile presidio del SAUT 118 e della guardia medica

Angri ex asilo nido Centro di ascolto Caritas
Angri ex asilo nido Centro di ascolto Caritas

Un polo di pronto intervento nell’ex asilo nido ora sede degli uffici dei servizi sociali e di alcune associazioni locali. La struttura di prolungamento Corso Italia, riconvertita dopo il 2007 dal Comune di Angri ha ospitato, fino a qualche settimana fa, anche il Centro Anziani di stanza dal 2011 nei locali del plesso. Oltre al centro nell’ex asilo sono collocati anche gli uffici dei servizi sociali e scolastici.

Affidamento alla Caritas

Nel 2013 l’amministrazione di Pasquale Mauri affidò una parte delle ex aule al Centro di ascolto della Caritas con un’apposita determina prodotta dal settore promozione socio culturale. I locali furono concessi in comodato d’uso gratuito. L’accordo avvenne tra Palazzo di Città e sei parrocchie cittadine. Aderirono all’iniziativa le chiese San Giovanni Battista, Santa Maria delle Grazie, Regina Pacis, Santa Maria del Carmine, Santa Maria di Costantinopoli e Santissima Annunziata. La convenzione tra le parrocchie e il Comune doveva avere una durata triennale e al soggetto affidatario spettavano alcuni obblighi tra cui l’apertura e la chiusura degli accessi, la pulizia degli spazi interni ed esterni costituenti pertinenza, la sorveglianza e la custodia della struttura, interventi di piccola e ordinaria manutenzione e ovviamente le spese energetiche.

Le associazioni di volontariato

Oggi a rivendicare quegli spazi sarebbero le associazioni di volontariato che operano nel soccorso. Nella struttura è stato anche immaginato un possibile presidio del SAUT 118 e della guardia medica e, poiché ci sarebbe spazio disponibile, potrebbero essere ospitate pure la Croce Rossa Italiana e l’Associazione Castello che sono storicamente alla ricerca di una sede permanente. Un servizio di pubblica utilità che potrebbe fortemente giovare anche alla struttura organizzativa emergenziale e di primo intervento evitando ai cittadini angresi faticosi spostamenti per recarsi al presidio di guardia medica collocato oggi con il SAUT nell’edificio dell’ex scuola primaria di fondo Rosa Rosa, area posta quasi ai confini con la vicina Sant’Antonio Abate, in Via dei Goti.

Resta da capire se ci sono margini per spostare la Caritas da Corso Italia dando priorità, quindi alle ambulanze delle varie realtà operanti sul territorio cittadino: dalla Associazione “Castello” onlus alla Croce Rossa Italiana. Da premettere che la Croce Rossa ha già avuto sede nei locali dove fino a qualche settimana stanziava il Centro Anziani, ovvero al secondo ingresso della struttura in Via Cristoforo Colombo. La proposta di questa “utile riconversione degli spazi” potrebbe nei prossimi giorni materializzarsi come istanza sulla scrivania del commissario prefettizio Alesando Valeri.