Nel salernitano mancano 1200 docenti. Dirigenti pronti alle nomine

Mancano oltre 1200 docenti per completare gli organici. La scuola in provincia di Salerno cerca i professori. Per un completo avvio dell’anno scolastico

Scuola

Mancano oltre 1200 docenti per completare gli organici. La scuola in provincia di Salerno cerca i professori. Per un completo avvio dell’anno scolastico è necessario avere tutti i supplenti ai loro posti, una fase, quella relativa alle nomine, che richiederà circa un mese. Le graduatorie ad esaurimento, le Gae, dell’Ufficio Scolastico Provinciale sono state completamente scorse lasciando facoltà ai dirigenti scolastici per le individuazioni e le nomine dei supplenti dalle graduatorie di istituto. La richiesta stimata di supplenti da impiegare nel salernitano sarà di 1.200 docenti.

Dirigenti scolastici pronti per le nomine

L’Ufficio Scolastico ha dato il nulla osta alle nomine in pertinenza ai dirigenti scolastici. Saranno loro a nominare insegnanti di italiano alle medie e alle superiori, di matematica e fisica, oltre al sostegno per la scuola dell’infanzia e primaria. Le segreterie adesso avranno pochi giorni per procedere alle fasi delle convocazioni. La prossima settimana potrebbero essere individuati e nominati i primi supplenti dalle graduatorie di istituto. Il Provveditorato continuerà a procedere alle nomine su posto normale di insegnanti della primaria e dell’infanzia per le quali le Gae elencano ancora circa 1.900 candidati da esaurire nei prossimi anni.

Carenza di docenti di sostegno

Mancano ancora i docenti di sostegno, la provincia di Salerno sconta l’endemica carenza di questa figura specializzata: l’Ufficio scolastico regionale, ha assegnato circa 450 posti in deroga nel salernitano a fronte delle richieste pervenute da famiglie e presidi. Le Gae provinciali gestite dal Provveditorato sono esaurite sia alla scuola dell’infanzia e primaria per il sostegno. Mancano docenti per le materie letterarie alle medie e superiori; si cercano anche professori matematica e fisica. L’Ufficio scolastico provinciale ha comunicato ai dirigenti che a partire da oggi dovranno provvedere in autonomia reperire i supplenti dalle graduatorie di istituto di seconda fascia e terza fascia. E caccia al reclutamento di circa 1.200 precari conseguenza di vuoti registrati in organico di fatto a causa di congedi, malattie di titolari e posti vacanti. Immediata la nomina per 70 maestre di sostegno per la scuola dell’infanzia. La fonte è “Il Mattino”.