Picchiava i genitori ed estorceva denaro: arrestato pregiudicato

Una lunga storia di minacce, violenze, maltrattamenti e danneggiamenti

La polizia ha arrestato un uomo, residente a Nocera Inferiore, responsabile di una serie di estorsioni, rapine e violenze nei confronti dei genitori.
Una lunga storia di minacce, violenze, maltrattamenti e danneggiamenti quella che il 31enne nocerino, già noto alle forze dell’ordine, ha posto in essere contro gli anziani genitori con continue richieste di somme di denaro per procurarsi la droga.

L’uomo, per una serie di estorsioni, rapine, violenze e maltrattamenti in famiglia, a seguito delle denunce dei genitori e delle ulteriori indagini condotte dalla polizia, era stato già arrestato nella scorsa primavera e aveva trascorso un periodo di detenzione in carcere. Successivamente, al termine di un periodo di applicazione del divieto di dimora nel comune, aveva fatto rientro a Nocera Inferiore all’inizio dell’estate. L’immediata ripresa delle richieste estorsive, delle violenze e delle continue minacce nei confronti del padre e della madre aveva indotto questi ultimi a rivolgersi nuovamente alla polizia, e nel mese di agosto, il 31enne era stato raggiunto da un provvedimento cautelare di allontanamento dalla casa familiare.

Nonostante questo l’uomo, dopo appena una settimana dall’emissione e dall’applicazione dell’ordinanza, aveva ricominciato a presentarsi presso la casa dei genitori, picchiandoli, minacciandoli, e danneggiando la porta e altri oggetti dell’appartamento, per ottenere ancora una volta somme di denaro, costringendo i genitori addirittura a fuggire da casa loro.
Gli agenti, allertati nuovamente dai due anziani, hanno documentato gli episodi, informando l’autorità giudiziaria, e l’uomo da ieri è stato portato in carcere.